Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Il terrorismo di Sacconi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 1013
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Il terrorismo di Sacconi   Mar Nov 01 2011, 00:16

Il terrorismo di Sacconi

Sacconi, ieri, ha dichiarato che le tensioni sul nodo dei licenziamenti «per ragioni economiche» (misura rientrante nei desiderata/diktat che ci provengono da quel mostro giuridico/politico che è l'Unione Europea) possono alimentare il rischio di un «ritorno al terrorismo». Lo ha fatto senza nemmeno una qualche 'pezza d'appoggio', ad es. richiamando informazioni trasmesse dall'AISI (Agenzia Informazioni e Sicurezza Interna, succedaneo del SISDE).
Il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, non è il primo, e non sarà l'ultimo, a formulare questo tipo di evocazioni che potrebbero anche essere lette come 'invocazioni'. In periodi di forte critica sociale, come l'attuale, certe uscite servono a criminalizzare le lotte sociali agli occhi della gran massa che può simpatizzare con certe rivendicazioni pur senza partecipare e allo stesso tempo servono per alimentare divisioni e conflitti all'interno del variegato fronte sociale che comincia a farsi sentire, a far proprie argomentazioni critiche riguardo il debito, l'euro e l'Europa. Cose che vengono percepite molto negativamente dagli euroatlantici e dai loro referenti interni.

Un altro passaggio dell'intervento di Sacconi merita di essere richiamato. Riguarda l'apprezzamento alla proposta del senatore del Partito Democratico, Pietro Ichino, di rivedere insieme l'articolo 18. Insomma, permane l'asse PDL-PD anche sul tema lavoro? E' bene che si sappia e lo si dica. Per la consapevolezza generale...
Dice Ichino, rivedere insieme l'articolo 18 fissando regole di flessibilità in uscita dal posto di lavoro e (come foglia di fico, ndr) tutele per chi viene licenziato. Sacconi faceva riferimento ad una lettera del giuslavorista pubblicata su Libero in cui Ichino parla di una «grande riforma bipartisan, di quelle di cui il nostro Paese ha enorme bisogno», un provvedimento che coniughi «la massima possibile flessibilità delle strutture produttive con la massima possibile sicurezza per i lavoratori nel mercato del lavoro».
Della serie: la carta regge tutto, nei fatti conta la «massima possibile flessibilità», con tutte le conseguenze non solo sociali che questo comporta.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: Il terrorismo di Sacconi   Mar Nov 01 2011, 05:21

Non conosco i deputati del PD, ne' mi interessa.
Ichino e' un ex PCI o un ex DC?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Il terrorismo di Sacconi
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Cos'è il terrorismo?
» Nuovo terrorismo - Intervista a Susanna Schimperna, da ilsussidiario.net

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: