Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Manovra finanziaria... per due

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Manovra finanziaria... per due   Gio Giu 30 2011, 02:12

Manovra finanziaria... per due

Con la scaglionatura della manovra finanziaria ("perché l'Italia non finisca come la Grecia", minacciano i monetaristi euroatlantici e riecheggiano i servi 'bipolari' nostrani con annessi gazzettieri) Berlusconi taglia poco nel biennio 2011-2012 e concentra il grosso nel biennio 2013-2014. Una scelta legata solo a ragioni di tenuta politica interna al governo (con l'asse Berlusconi-Lega che prevale sulla linea ultraeuropeista e ultraliberista di Tremonti), non certo ad una contrarietà e tantomeno opposizione alla catena di comando estera (euroatlantica) che condiziona la vita nazionale e sociale (anche) di questo paese. Ci saranno dure critiche a questa manovra da parte di Bruxelles (Commissione Europea) e Francoforte (Banca Centrale Europea, BCE), che vogliono provvedimenti molto più duri, adesso e di continuo. E non è detto che nelle prossime settimane non si alzi un fuoco di sbarramento nei confronti dell'esecutivo per sbarazzarsene al più presto, provocare elezioni anticipate e procedere con i più zelanti servitori del centrosinistra.
Allo stato, intanto, quelle ragioni di equilibrio interne alla frazione di centrodestra di (sub)dominanti nostrani al 'governo' producono una manovra durissima nel suo complesso, ma di moderata pesantezza a breve ("moderata" in senso relativo, visti gli oneri se si entra nel merito) e rinvia, più in là, il peso ben più gravoso delle prescrizioni usuraie euroatlantiche. L'Italia –è bene prenderne coscienza subito– è incamminata nella stessa direzione della Grecia, con questo paese scelto come esempio dissuasivo. La Grecia la stanno ammazzando, inchiodando ad uno status da flebo durature, perché funga da monito per i subdominanti che, per qualsiasi ragione, tergiversassero, 'resistessero', e da spauracchio per le stesse classi dominate, affinché accettino di buon grado di prostrarsi socialmente e politicamente, altrimenti...

Il PD è irritato. Non c'è assolutamente una critica, un volersi sottrarre alla suddetta catena di comando estera. Il PD è irritato perché avrebbe voluto la stangata tutta e subito. Poter così urlare alla macelleria sociale del Cavaliere e (sperare di) non doverci mettere subito la faccia, dopo. Questi tagliagole per conto di BCE e FMI sono irritati con i tagliagole concorrenti del centrodestra solo per ragioni di opportunismo e d'immagine. Tra un paio d'anni, con il centrosinistra che vien dato al 'governo', la maxi stangata la faranno loro. Per questo Bersani è furioso. Sanno che anche a loro, come in passato, sarà richiesto di 'tosare' la popolazione e le classi subalterne, di saccheggiare e devastare territori, beni comuni, condizioni di vita, in stile greco. Avrebbero però preferito che, ad apparire come zelanti esecutori servili delle prescrizioni usuraie del padronato finanziario estero che conta (BCE-FMI), fossero i concorrenti servili del centrodestra e non immediatamente loro. Arrivando ai massimi livelli il grado di insopportabilità della macelleria del centrodestra, alle elezioni, tra un paio d'anni, per loro ci sarebbe l'opportunità del trionfo numerico, di poltrone e di rapporti di forza rispetto ai 'predatori concorrenti'. Poi, a seguire, la musica sarebbe la stessa, ma intanto...

Centrodestra e centrosinistra sono due facce, fittiziamente confliggenti, della stessa medaglia. L'essenza li accomuna: neoliberismo, servilismo all'asse monetarista-usuraio BCE-FMI, bellicismo ascaro all'imperialismo dominante di Washington, con tutto quel che ne consegue, a tutto campo, in termini di negazione degli interessi realmente nazionali e delle stesse condizioni sociali, di vita, della gran parte delle categorie sociali dominate di questo paese.
Ora, da questi ceti di (sub)dominanti, di ascari nostrani, è fatto proprio lo slogan, l'assunto dei padroni (anche) di questa nazione: bisogna mettere i conti in ordine, bisogna raggiungere il pareggio di bilancio. Come fumo agli occhi (chiamasi: propaganda) ci si indigna per sprechi, intrallazzi e mazzette. Serve ad imbonire i dominati. A convincerli che la macelleria sociale è necessaria. Qualche ladrone che non manca mai alla gogna, ma nessuno che spieghi mai in concreto i perché, spieghi bene le dinamiche. Il linguaggio che viene riservato ai dominati italiani è lo stesso come in Grecia. La corruzione, l'assistenzialismo, sono le cause prima cui porre rimedi con duri sacrifici. Quelle cause esistono, ma sono epifenomeni, sono cause di superficie, consustanziali per eccellenza alla logica capitalista prima ancora che alla natura umana. I monetaristi euroatlantici, che urlano e prescrivono come usurai, navigano loro stessi in questi epifenomi. Ma non è lì la causa prima. Bisogna andare a vedere le politiche legate strutturalmente e permanentemente all'introduzione/imposizione dell'euro (quello che chiamano ridicolmente Patto di Stabilità è parte del problema) ed il collegato meccanismo dell'impennamento del debito estero che questo ha innescato e che anch'esso è sostanzialmente permanente, inestinguibile, per la logica combinata di prescrizioni e dei pagamenti degli interessi sul debito.

Un estratto 'di concetto': "Poniamo ora l'attenzione sul caso del Giappone.
Considerato la seconda economia più grande del mondo, sembra dover soffocare sotto il suo gigantesco debito, che supera abbondantemente il 200% del PIL, di gran lunga ben al di là di quello greco. Il Giappone, però, non è investito dalle dinamiche usuraie e da protettorato che sta conoscendo la Grecia per due ragioni: perché batte moneta sovrana e perché i sottoscrittori largamente maggioritari del debito pubblico sono gli stessi risparmiatori giapponesi, non i cosiddetti investitori internazionali tra cui primeggiano le banche d'affari statunitensi. Questo significa che i governi nipponici possono emettere moneta, rinnovare il debito e rilanciare l'economia senza quasi limite. Certo, qui si aprono (per il Giappone, come per qualsiasi altro Stato) una serie di questioni legate al tipo di rapporti e alla formazione sociale, alle scelte che si compiono in relazione alle quantità di moneta circolante. Vi è quindi una variabilità di soluzioni, ma la conditio sine qua non da cui partire risiede in quegli ambiti di sovranità di premessa. Non è un caso, del resto, che non si sia mai sentito di un governo finito in bancarotta con i debiti emessi nella propria moneta sovrana
". [cfr. http://www.rivistaindipendenza.org/Teoria%20nazionalitaria/Grecia.htm ( www.rivistaindipendenza.org )]

Indipendenza
29 giugno 2011

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Hoffa

avatar

Numero di messaggi : 181
Età : 44
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 01.10.10

MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   Ven Lug 01 2011, 11:36

L'Unione Europea nelle intenzioni dei padri fondatori doveva essere una unione politica che impedisse in futuro tragedie come il totalitarismo, l'olocausto e la seconda guerra mondiale. Doveva essere l'Europa delle patrie ed è diventata l'Europa dei capitali e delle speculazioni. Siamo diventati i federati delle banche e del gruppo Bilderberg. Allora tanto vale uscire da questo sistema che ci considera non cittadini ma consumatori.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.patriasocialista.it/
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   Mar Lug 12 2011, 15:34

Tra gli effetti della speculazione finanziaria di questi giorni: corri-corri (destra centro sinistra) a servire i "mercati" non creando problemi all'approvazione della manovra economica "europea" di Tremonti, ispirata ai desiderata dell'asse euroatlantico BCE-FMI.
Economisti e politici, nel solito trasversalismo servile come da copione su questi temi, parlano di avvio di una mega operazione di ulteriori privatizzazioni. Gli speculatori sono pronti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   Mar Lug 12 2011, 15:51

Impareggiabili.
Il Partito Democratico, dice in conferenza stampa la capogruppo al Senato, Anna Finocchiaro, garantirà una rapida approvazione della manovra "europea" di Tremonti, richiesta dall'asse BCE-FMI, ma non la voterà. Perché? Perché è insoddisfacente. Troppo morbida: mancano all'appello 15 miliardi.

Insomma, più realisti del re. Il messaggio di compiacenza alle centrali estere di comando (anche) su questa nazione è chiarissimo.
Questa gente farà "rimpiangere" Berlusconi, come quest'ultimo i democristiani e socialisti. Sarebbe ora di rialzare la testa. Mandare via tutti. Per la sovranità. Per la liberazione.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Hoffa

avatar

Numero di messaggi : 181
Età : 44
Localisation : Italia
Data d'iscrizione : 01.10.10

MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   Mar Lug 12 2011, 17:01

alekos18 ha scritto:
Impareggiabili.
Il Partito Democratico, dice in conferenza stampa la capogruppo al Senato, Anna Finocchiaro, garantirà una rapida approvazione della manovra "europea" di Tremonti, richiesta dall'asse BCE-FMI, ma non la voterà. Perché? Perché è insoddisfacente. Troppo morbida: mancano all'appello 15 miliardi.

Insomma, più realisti del re. Il messaggio di compiacenza alle centrali estere di comando (anche) su questa nazione è chiarissimo.
Questa gente farà "rimpiangere" Berlusconi, come quest'ultimo i democristiani e socialisti. Sarebbe ora di rialzare la testa. Mandare via tutti. Per la sovranità. Per la liberazione.

Io già 17 anni fa cominciai a rimpiangere i vecchi Pri (che non mi vergogno a dirlo votai), Psdi e Pli.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.patriasocialista.it/
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   Mar Lug 12 2011, 18:28

alekos18 ha scritto:
Impareggiabili.
Il Partito Democratico, dice in conferenza stampa la capogruppo al Senato, Anna Finocchiaro, garantirà una rapida approvazione della manovra "europea" di Tremonti, richiesta dall'asse BCE-FMI, ma non la voterà. Perché? Perché è insoddisfacente. Troppo morbida: mancano all'appello 15 miliardi.

Insomma, più realisti del re. Il messaggio di compiacenza alle centrali estere di comando (anche) su questa nazione è chiarissimo.
Questa gente farà "rimpiangere" Berlusconi, come quest'ultimo i democristiani e socialisti. Sarebbe ora di rialzare la testa. Mandare via tutti. Per la sovranità. Per la liberazione.
Impareggiabili, davvero, Alekos.
Un paradosso il tuo, quello del rimpianto, nel senso che questi centrosinistri tartasseranno come e peggio dei centrodestri. Resta il "che fare" per uscirne...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Manovra finanziaria... per due   

Tornare in alto Andare in basso
 
Manovra finanziaria... per due
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La prossima bolla finanziaria

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: