Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 sicurezza e sovranità difensiva nazionale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
iskra

avatar

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Mer Apr 20 2011, 11:09

alexfaro ha scritto:
a proposito dell'armamento dei cd "ribelli Libici" in molti filmati e foto giornalistiche ho notato che i cd "ribelli"...
Molto interessanti le tue osservazioni. Avrei una domanda, che collego con il discorso che Indipendenza porta avanti sulla sovranità. Riguarda la sicurezza del nostro paese come di qualunque altro che riuscisse a sganciarsi dalla NATO. Adesso ti chiedo sull'Italia: se fuoriuscisse dalla NATO sarebbe vulnerabile ad attacchi militari di tipo convenzionale? Il controllo delle difese aeree, navali, radar ecc. del nostro paese è in mani italiane o no?
Dò per scontato che questi attacchi partirebbero dopo aver diffuso sui media internazionali la necessità di abbattere un nuovo sistema politico che verrebbe presentato a terribili tinte... Dato questo per scontato, che prospettive di difesa militare vedi? Come ci si dovrebbe preparare? Ci sarebbero delle cose da dire, da far sapere, già oggi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: sicurezza e sovranita' difensiva nazionale   Mer Apr 20 2011, 19:34

Per Iskra, la domanda è per me? Se così è devo dire che dal 1954 esiste un trattato segreto bilaterale, tra Italia ed USA, il quale fu sottoscritto dal governo italiano di allora (mi pare che il premier fosse De Gasperi). Attenzione, detto trattato NON fu MAI RATIFICATO dal PARLAMENTO (il quale trattato viola apertamente la ns costituzione, con conseguenze a volte drammatiche, vedi "incidente" del Cermis) e purtroppo lo abbiamo sul groppone ancora oggi, come dicevo prima, essendo segreto; nessun cittadino italiano (a parte alcuni politici e militari) sa quali siano i termini di codesta "palla al piede"della repubblica Italiana.
Per quanto riguarda l'appartenenza dell'Italia alla NATO (mi pare dal 1949) io penso che molti degli accordi sottoscritti dall'Italia con la NATO, da allora (1949) la ns "sovranità" sia, di fatto, molto limitata (fanno fede le circa 113 basi militari che la NATO (ed anche gli USA) hanno impiantato sul nostro (ed a nostre spese!) territorio, col risultato che l'Italia continua ad essere fino ad ora la "inaffondabile portaerei" della NATO protesa nel Mediterraneo. Con la conseguenza che ogni volta che lo "zio Sam" o gli "ineffabili esportatori di democrazia della NATO" mostrano i muscoli, noi poveri italici "peones" ci andiamo di mezzo (fino ad ora ce la siamo cavata quasi senza un graffio perchè "lor signori" USA/NATO hanno sempre aggredito od invaso nazioni già allo stremo per "embarghi o sanzioni" varie, ma se dovessero fare in un futuro prossimo un grave errore di calcolo, come andrebbe a finire?
alexfaro
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
iskra

avatar

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Gio Apr 21 2011, 13:00

Tutto giusto quello che dici, alexfaro, pero' non rispondi alle domande che ti ponevo Embarassed Crying or Very sad
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: x Iskra   Gio Apr 21 2011, 19:28

rispondo x punti:
1) come ho detto dal 1949 il dispositivo militare italiano è strettamente integrato nella NATO; quindi x sganciarci, dovremmo sicuramente almeno raddoppiare (o meglio triplicare la percentuale del PIL che spendiamo oggi x la difesa (cioè dall' 1,1 al 3,5%) comunque se ce la fanno la Svezia e la Svizzera, che hanno ambedue ca 8 miilioni di abitanti, stringendo i denti, potremmo riuscirci anche noi, che ne abbiamo ca 60, beninteso se avessimo un governo degno di questo nome e non questo lerciume che si è fatto eleggere solo x non finire in guai giudiziari [questo x quanto riguarda il cd governo "Bungasconi", ma anche il cd (ma quando mai!) centro- sinistra, anche se è un pelino meglio del cai-nano asfaltato, penso non ne sia capace, x tanti motivi che non sto ad elencare (stendiamo un velo pietoso!)]
2) x quello che riguarda lo spazio aereo abbiamo una eccellente azienda della Finmeccanica-Alenia (la Selex-Galileo) che fabbrica quasi ogni tipo di radar (e che il mondo ci invidia!) più altre che producono anche i missili x difesa aerea (con vari altri tipi)
3) abbiamo anche ottimi cantieri navali (anche militari) che attualmente però lavorano al 50% della capacità(causa la crisi economica)
4) nel campo terrestre abbiamo il consorzio Iveco-OtoMelara, il quale produce ottimi veicoli corazzati e blindati e tra l'altro anche ottime artiglierie di ogni tipo.
5) x le armi leggere c'è il gruppo "Beretta" (conosciuto da tutti credo)
x finire penso che se l'Italia fosse x così dire "neutrale" credo che se si dovesse puta caso indire un concorso internazionale x un qualche tipo di sistema d'arma, tutte le aziende (ed anche alcuni governi) partecipanti alla gara sarebbero ben lieti di fornirci, oltre ovviamente alla licenza di produzione, anche eventualmente una compensazione x il pagamento (cosa che già succede anche ora) e ma questa è una mia ipotesi, riusciremmo a strappare un prezzo più basso, stante il fatto che in tempi di crisi economica, il cliente (pagante) ha il coltello dalla parte del manico
mentre ora, essendo nella NATO, x le acquisizioni dei sistemi d'arma dobbiamo sottostare ai diktat o degli USA o delle nazioni più arroganti (vedi UK e Francia) dell'Italia, che è considerata una nazione da barzelletta.
alexfaro
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
gorritxo

avatar

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 15.10.09

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Ven Apr 22 2011, 12:30

Molto interessante questa discussione. Per chi come Indipendenza assume la sovranità nazionale quale condizione essenziale per poter anche solo pensare alla trasformazione sociale, è necessario ragionare sugli scenari che ciò comporterebbe.
In particolare credo che le maggiori incognite siano rappresentate dai protocolli aggiuntivi firmati nel 1954 e dalle più di cento basi presenti sul nostro territorio.
@ alexfaro: non conoscendo l'argomento avrei un paio di domande da porti (magari sono stupide, ma ripeto: dell'argomento non so quasi nulla)... l'integrazione e l'inquadramento militare italiano nella NATO hanno comportato forme di "specializzazione" (o qualcosa del genere) che potrebbero in prospettiva costituire un problema per l'esercito di un paese indipendente? E c'è il rischio che, dopo tutti questi anni di NATO, i vertici militari italiani si dimostrino più fedeli a questa struttura che non a uno Stato italiano che ambisca alla piena sovranità?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: x Gorritxo   Ven Apr 22 2011, 18:40

caro Gorritxo qui sta proprio o' busillis (come diceva il sommo Totò) vista le precedenti esperienze in merito; vedi 1953 tentativo di legge truffa; 1960 governo Tambroni con l'allora MSI; 1964 piano Solo di Segni-De Lorenzo; 1967/1985 strategia della tensione, e varie trame nere, sicuramente, se non sponsorizzati, almeno protetti, con depistaggi vari dai servizi segreti nostri e sopratutto della NATO, x non parlare di Gladio e della organizzazione NATO Stay Behind; con anche il cd terrorismo rosso (forse anche esso infiltrato) i nostri militari non sono (o non sono stati?) molto democratici, comunque io la mano sul fuoco non la metto x niente, non vorrei diventare un emulo di Muzio Scevola!
Alexfaro
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sankara

avatar

Numero di messaggi : 416
Data d'iscrizione : 14.04.07

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Sab Apr 23 2011, 09:55

Interessante discussione davvero...

Sulla base delle tue conoscenze di settore, alexfaro, che scenari si prefigurerebbero se l'Italia uscisse dalla NATO? Non mi riferisco a scenari geopolitici, ma proprio alle capacita' tecniche difensive in caso di intervento imperialista nel nostro paese. L'uscita dal sistema integrato NATO renderebbe di burro la sicurezza del paese? Penso al sistema elettronico, ad esempio.

All'interno delle Forze Armate, poi, sempre per le tue conoscenze, abbiamo un blocco di (sub)comando compattamente atlantico o ci sono figure, settori, quantomeno critici della servitu' italiana?

Infine, che ne pensi di Rivista Marittima e Rivista Italiana Difesa?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: x Sankara   Sab Apr 23 2011, 16:20

mio caro Sankara x darti una risposta che sia approfondita dovrei scrivere un romanzo quindi ti rimando alle risposte che ho dato a Iskra e a Gorritxo
x quanto riguarda le pubblicazioni, di cui mi chiedi, rivista marittima e RID, della prima devo dire che ne ho letto qualche copia, ed è ottima(come anche le altre due edite dal ministero della Difesa, cioè:Rivista Aereonautica e Rivista Militare)ma secondo me sono troppo di "nicchia"(come si suol dire) x RID invece devo dire che è (forse) la migliore rivista del settore difesa che è in vendita in Italia,(a parte certe posizioni politiche che io non condivido del suo direttore Andrea Nativi) io la compro e leggo ogni mese(insieme a Armi e Tiro,Armi Magazine,Armi e Munizioni e Action Arms) una volta compravo anche Panorama Difesa, Tecnologia e Difesa e Storia Militare, ma da quando sono in pensione, di queste ultime non mi posso più permettere l'acquisto.
ps
penso che avrai certo capito che la mia posizione politica è di estrema(molto!) sinistra, lo esplicito x sgombrare il campo da eventuali equivoci, attenzione NON sono affatto un pacifista, ma sono contro il capitalismo, l'imperialismo ed il colonialismo del cd "occidente" con i vari USA/UK-Francia-Israele e stati vassalli vari, come l'Italia e tutti gli altri che seguono.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Sab Apr 23 2011, 16:34

Mi permetto, Sankara, di rilanciare una tua domanda: L'uscita dal sistema integrato NATO renderebbe di burro la sicurezza del paese? Penso al sistema elettronico, ad esempio.
Ripartiamo da qui. Tu che ne dici, alexfaro?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: risposta a Kamo   Mar Apr 26 2011, 18:33

Kamo cosa intendi x sistema elettronico, forse la rete radar di scoperta e intercettazione lontana aereo-navale? se ti riferisci a questa, ogni nazione appena degna di questo nome, anche neutrale, come Finlandia, Svezia, Austria e Svizzera, stando solo in Europa, ne possiede una. Logico che più si spende x aggiornarla ed estenderla e più la rete radar rimane sempre all'avanguardia, il suddetto sistema radar di scoperta ed allarme, lontano, aereo-navale, deve essere supportato da un altro sistema di difesa aerea, con missili in quantità adeguata, e di un buon numero di moderni intercettori pilotati, altrimenti non servirebbe a nulla, se dopo avere avvistato un bersaglio ostile non si possa abbatterlo (come è accaduto in Italia, negli ultimi anni '90, quando furono dismessi gli ultimi F104S, e prima di ricevere sia gli F16ADF-USA e i Typhoon Europei (x fortuna nostra in quel periodo non è mai successo nulla, altrimenti...) x il resto ti rimando alle mie risposte x Iskra e Gorritxo.
Alexfaro
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Sab Mag 07 2011, 18:33

Provo a dirla in altre parole: fuori della NATO, una soluzione che auspico, che prospettive di sicurezza ci sarebbero per l'Italia?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: x Kamo   Sab Mag 07 2011, 20:02

caro Kamo, risponderò rovesciando la questione, che minaccie ci sono x le nazioni occidentali europee che sono fuori dalla NATO?(le quali sono:Svizzera, Austria,Irlanda,Svezia, Finlandia)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Sab Mag 07 2011, 21:30

alexfaro ha scritto:
caro Kamo, risponderò rovesciando la questione, che minaccie ci sono x le nazioni occidentali europee che sono fuori dalla NATO?(le quali sono:Svizzera, Austria,Irlanda,Svezia, Finlandia)
Mi preoccupano scenari di aggressione, tipo quella che sta subendo la Libia. Un'Italia che si liberasse dal dominio esterno, che volesse autodeterminarsi, cosa potrebbe fare in caso d'aggressione? Immagino sia sempre possibile organizzare una resistenza armata di tipo partigiano-resistenziale, ma una difesa dai bombardamenti, antiaerea? Un'uscita dell'Italia dalla NATO ci renderebbe vulnerabili? Ci priverebbe di capacità difensive?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: risposta a Kamo   Dom Mag 08 2011, 16:04

ma allora non vuoi proprio capire,insomma, secondo te che capacità di difesa abbiamo adesso anche se siamo nella NATO?
x il resto ti rimando alle risposte che ho dato ad Iskra e Gorritxo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   Dom Mag 08 2011, 16:37

alexfaro ha scritto:
ma allora non vuoi proprio capire,insomma, secondo te che capacità di difesa abbiamo adesso anche se siamo nella NATO?
x il resto ti rimando alle risposte che ho dato ad Iskra e Gorritxo.
"Adesso" sono gli USA che controllano la 'difesa' italiana. "Adesso", chi attaccasse l'Italia, attaccherebbe una portaerei USA. Il meccanismo di difesa NATO è un sistema integrato, giusto? Sotto controllo ultimo USA, giusto? Ora, se un membro si sfilasse dalla NATO, in che condizioni si ritroverebbe la sua difesa? Questo è il mio interrogativo pensando all'Italia...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alexfaro



Numero di messaggi : 62
Età : 67
Localisation : bologna
Data d'iscrizione : 10.04.11

MessaggioTitolo: risposta a Kamo   Mar Mag 10 2011, 20:06

caro Kamo secondo il mio (modesto) parere qui si sta discutendo di fantapolitica spicciola,
abbiamo già detto che l'Italia è membro della NATO dal 1949, cioè da ormai ben 63 anni, e presumo quindi che nell'alleanza atlantica ci rimarremo ancora molto a lungo (visti i governi che fino ad ora ci hanno x così dire sgovernati) io sarei ben felice di sapere che un domani, abbastanza vicino l'Italia uscisse da queata alleanza, di merda, ma tant'è ormai non ci credo nemmeno più, per cui da ora in avanti discuterò solo con chi parlerà di fatti e considerazioni geo-politiche, e tecnico/militari effettivamente reali o anche plausibili (ma credibili) o verificabili da chiunque abbia un po' logica e di sano buon senso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: sicurezza e sovranità difensiva nazionale   

Tornare in alto Andare in basso
 
sicurezza e sovranità difensiva nazionale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Presentata alla Camera la terza giornata nazionale dello sbattezzo
» cintura di sicurezza
» guardia nazionale italiana?????
» iniziamo con l'adozione nazionale....
» Adozione nazionale costi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Parliamo di Indi (riflessioni, suggerimenti e quant'altro)-
Andare verso: