Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 cambiamento epocale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: cambiamento epocale   Mer Mar 09 2011, 10:03

caduta del muro di Berlino
Tangentopoli
scioglimento della Democrazia Cristiana
affermazione politica Forza Italia
affermazione politica della Lega
privatizzazioni
euro
crisi economica mondiale
federalismo
rivolte nei paesi del nord Africa
riforma della Giustizia annunciata da Berlusconi
Ma quale sara' il "cambiamento epocale"?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: cambiamento epocale   Dom Set 18 2011, 09:30

Credo che il cambiamento epocale sia gia' stato.
Non nel governo del mondo, che era nelle mani degli Stati Uniti, anche durante la guerra fredda.
Il cambiamento, la rivoluzione, e' nel ciclo produttivo, nella cosiddetta era postindustriale.
Oggi si produce di piu' con meno personale e, quindi, non si possono creare nuovi posti di lavoro per fabbricare merci.
Al massimo si potrebbero creare posti per smerciare, ma con le nuove tecniche c'e' meno bisogno di commessi.
Le grandi industrie, con la scusa delle privatizzazioni, sono state smembrate.
L'ENEL, per esempio, resta il produttore monopolistico. Aveva decine di migliaia di dipendenti; ora ne ha un decimo, il resto, con minor potere contrattuale, e' occupato in piccole aziende di vendita . Cosi' le Ferrovie, i Trasporti pubblici, la Sanita', l'Assistenza agli anziani ecc.
Quindi i Governi inventano posti di lavoro mal retribuiti in nuovi settori: ONLUS, aziende che certificano la qualita', call center, il nuovo strumento di Giustizia con gli Operatori di Intermediazione, ecc.
Sono tutte occupazioni costose improduttive, che diminuiscono le poche risorse rimaste.
La crisi e' destintata a incancrenirsi
I governi mancano di soluzioni per la nuova epoca.
I sindacati non hanno capito o non vogliono capire.
I partiti di sinistra sono spariti.
Per intanto tengono a bada la gente con gli spettacoli TV, i concorsi a premi e i concorsi di bellezza.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: cambiamento epocale   Mer Set 21 2011, 11:54

Con la rivoluzione francese la borghesia (ricca) ha sostituito al governo la nobilta' e il clero.
La rivoluzione sovietica ha portato al governo, in quasi tutti gli Stati, per qualche decennio, l' "aristocrazia operaia".
L'aristocrazia operaia poi ha fatto il paio con la borghesia ricca.
I prossimi che verranno, chi vogliono sostituire?
Sara' questo il cambiamento epocale: individuare una classe dirigente onesta nelle proposte e nelle soluzioni, senza privilegiare gli speculatori dell'ignoranza e senza privilegiare gli ignoranti sempre scontenti.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: cambiamento epocale   

Tornare in alto Andare in basso
 
cambiamento epocale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» 7 giorno post transfer

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Cultura e costume-
Andare verso: