Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Rodolfo Loffredo/ Se non ora quando?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
frieda



Numero di messaggi : 4
Data d'iscrizione : 19.09.07

MessaggioTitolo: Rodolfo Loffredo/ Se non ora quando?   Mar Feb 15 2011, 17:17

Una lettera seria a il manifesto.
Ieri domenica 13 del «se non ora quando?» — domanda che si può porre a decine di questioni del “lo stato delle cose presenti” — nella Palermo che fa spallucce, nella città di gomma, la speciale gomma antiindignazione che usiamo qui, sono sceso in piazza. Con la mia bandierina palestinese, eccezionalmente ospitato per l’occasione sotto le bandiere degli anarchici, io comunista. Nei giorni precedenti avevo letto il manifesto, quando il manifesto c’era, in edicola, in questo posto di frontiera granaio d’altre opinioni e di più negoziabili passioni — in banca e sottobanco, e di intensi scambi di voti. Avevo letto — sul manif — pezzi e testi superlativi su maschi-e-donne e delle mostruosità che si ingenerano da sempre, ché non le ha inventate il nostro goffo Signore di Segrate. Le mostruosità che Carla Lonzi aveva analizzato puntuale. L’orrore privo di legittimazione e di delicatezza che la categoria di maschio cui appartengo pratica a 70 anni come a 50, come a 30, e come a 18 versus quel genere che crede — in delirio, e per sempre — gli sia stato affidato da colonizzare, sfruttare, spremere a freddo, offendere e controllare.
A margine avevo sentito si stoltezze senescenti e di necessità di dar prova di sé di «maschi flaccidi», prove di sé multiple ed elaborate; attività stupendamente imbecilli. E, quasi per curiosità, avevo selezionato un gruppetto di uomini che conoscevo bene — tutti settantunenni, come me. Ne ebbi sei da analizzare, sparuto campione ma forse no. Per sintetizzare dirò complessivamente che i sei praticano la loro sessualità integrale con rispetto — e con sereno spirito di scambio, e con la gentilezza come premessa — senza che passi loro per il capo di «dimostrare» nulla e ,peggio, pretendere sottomissioni e servizietti, o mostrare attrezzature superlative. So che i sei che ho usato per campione non mentivano. Certo — lo abbiamo ammesso tutti — qualche volta ci siamo comportati da lerci tipacci e ne arrossiamo ancora, «oddìo che vergogna!». E certo, — ma ciò non è negoziabile né si potrà mai ‘portare a conguaglio’ — qualche tipacciata l’abbiamo subita. Ma ieri — in piazza e nel corteo — le «ragazze» che correndo da lontano ci balzavano addosso per abbracciarci felici di vederci — non conservavano tra i loro ricordi d’esser state colonizzate, offese, umiliate, massacrate, dominate.
Allora un pensiero è andato a mia madre che, con la cultura sua, quando facevo a boxe con le mie sorelle mi ripeteva che una donna non si sfiora nemmeno con un fiore; ed ancora citava senza saper nulla di ablativo assoluto Disprezzo degno/ se stesso rende/ chi, pur nell’ira/ la donna offende./ È tutto. Buon lavoro, manifesto!
rodolfo loffredo
rodolfo.loffredo@alice.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Re: Rodolfo Loffredo/ Se non ora quando?   Mer Feb 16 2011, 09:10

non ho capito niente, ma se Loffredo l'ha scritto una morale ci sara'!
Di Loffredo ricordo il suo commento alla pagina del Pais Semanal del 2008.
La sua e'' una confessione, una autoanalisi?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Rodolfo Loffredo/ Se non ora quando?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Quando bisogna mangiare tanta carne?
» Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando è nata Benedetta
» Quando iniziano a stare seduti
» E piu facile avere una seconda gravidanza quando si è gia mamme grazie alla PMA?
» quando ormai è troppo tardi!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: