Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Berlusconi giudicato in contumacia: scenari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Berlusconi giudicato in contumacia: scenari   Sab Gen 22 2011, 08:55

Berlusconi dice che non si presentera' ai Giudici.
Il Tribunale dice che andra' avanti.
Berlusconi potrebbe essere giudicato colpevole in contumacia.
Dovrebbe essere arrestato.
Chi lo proteggera'?
La Guardia Presidenziale?
La Polizia si rifiutera' di catturarlo?
L'Esercito da che parte sara'?
Non mi sembra proponibile, ne' accoglibile, il ricorso in appello visto che Ghedini non riconosce la competenza dei Giudici.
Bondi, Cicchitto, Capezzone e altri faranno scudo con il loro corpo?
Siamo alla Repubblica delle banane!
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: prodromi   Ven Gen 28 2011, 08:38

In Tunisia, Algeria, Egitto, Jemen, Grecia ecc. il potere difende il potere.
Mette in campo un'escalation di strategie: fuga o destituzione del primo ministro, rimpasto al governo, arresti da parte della polizia, intervento dell'esercito.
In Italia siamo ancora ai preliminari: richieste di autorizzazione a procedere, voto di fiducia, schermaglie parlamentari, disinformazione ecc.
Quando entrera' in campo l'esercito, il paese, senza un partito che organizzi, sara' impreparato.
Potremmo chiamarlo auto-golpe!
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: disastro antropologico del card. Bagnasco   Sab Gen 29 2011, 08:27

Nell'immaginario cattolico della Conferenza episcopale italiana, il termine antropologia ha sostituito umanita' (vedi il mio commento in Cultura e costume il 13 dicembre 2010).
Sono termini moderni per nascondere l'integralismo religioso.
Un grave rischio per il mondo intero, se il fondamentalismo cristiano si allea con il fondamentalismo islamico.
Lo so che la considerate una contraddizione, ma la sola speranza di uscire dalla crisi economica e politica (non ancora sociale) sara' far capo agli Stati Uniti.
Sono loro che finanziano e proteggono l'Egitto come Israele.
Sono loro che possono far rientrare nei ranghi l'Egitto di Mubarak e Israele e tutti gli altri alleati compresi Russia e Cina.
Sostenere Obama (che non e' Bush ne' Reagan) potrebbe far venire allo scoperto gli avversari della pace.
Della crisi sociale non sono responsabili gli Stati Uniti ma i singoli governi.
Agli Stati Uniti non gliene frega niente se un paese e' meglio governato di un altro; la rivoluzione, come la democrazia, non si esporta.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: rivolta o rivoluzione   Dom Gen 30 2011, 22:29

In Egitto e' in atto una rivolta, una sommossa o una rivoluzione?
Se fosse una sommossa ritornera' tutto come prima, se una rivoluzione, un cambiamento, cambiera' qualcosa anche per Israele e gli Stati Uniti sono preoccupati.
L'Egitto e' un paese densamente popolato: piu' di 80 milioni su una superficie abitabile di 100 mila kmq, un terzo dell'Italia.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: controrivoluzione   Gio Feb 03 2011, 11:18

come possiamo vedere la sollevazione popolare, ne' in Egitto, ne' in Tunisia, ne' in Algeria ecc. garantisce il cambiamento.
Per continuare a godere di privilegi, la classe dirigente al potere non esita a sparare sulla folla, nel mucchio.
La teoria marxista non prevedeva la rivoluzione nella Russia zarista, ne' in un paese feudale come la Cina, ma negli Stati industrializzati come la Germania o la Francia o l'Inghilterra.
Si ripropone oggi l'anomalia con i paesi arabi che scavalcano l'Occidente sviluppato.
Cosi' come l'avvento delle Repubbliche sulle monarchie in tutta Europa fu il risultato della Rivoluzione Francese, l'emancipazione dei Paesi sottosviluppati dovrebbe essere l'affermazione postuma della Rivoluzione d'Ottobre.
2000snlp
PS
teniamo presente che negli Stati Uniti c'e' un Presidente votato alla democrazia, anche se non tollera attacchi all'interno del suo paese.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: rassegnazione   Sab Feb 05 2011, 12:10

piu' giorni passano e minore saranno le probabilita' di successo di piazza Tahrir.
Mancano i capi (El Baradei aspetta che lo chiami il popolo, forse con una lettera raccomandata? dovrebbe essere lui a rischiare e a prendere in mano la protesta!) manca l'organizzazione e la gente e' abbandonata, come un parco buoi, alle sortite delle truppe fedeli a Mubarak.
Stamattina una canzone recitava: "il popolo protesta, va in piazza e ci resta. Poi va a casa: senza voce"
Anche Obama viene lasciato solo: non e' stato raccolto il suo appoggio. Si e' gia' esposto abbastanza. Cosa dovrebbe fare e dire ancora? scrivere? a El Baradei?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: spedita al "centro Einaudi" di Torino   Lun Feb 07 2011, 08:48

2 arresti ieri, e processo per direttissima oggi, tra i manifestanti anti Berlusconi ad Arcore.
In 2 (?) avrebbero malmenato 6 agenti di polizia, rimasti contusi.
Se oltre ai 2 ci fossero stati altri scalmanati, com'e' che non li hanno presi? Se li sono lasciati scappare?
Io penso che in 6 abbiano malmenato i poveri 2 capri espiatori.
I vertici del popolo viola hanno preso le distanze dai "facinorosi".
Come si puo' partecipare alle manifestazioni, se poi i capi se ne lavano le mani?
Altro discorso se i 2 fossero dei provocatori, ma allora si deve denunciare la connivenza con le forze dell'ordine.
E vale anche per piazza Tahrir dove la folla viene bersagliata da controdimostranti sui tetti.
Vergogna!
Facile andare al potere sulle ossa rotte del popolo bue.
Franco T
Genova 7/2/2011
PS
Avrete capito che non mi fido di chi, dopo aver permesso la "resistibile ascesa" di Berlusconi, ora si lamenta perche' e' un villano zotico e rozzo.
Andate voi in piazza e, nel tempo libero, verro' ad applaudirvi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: Egitto   Sab Feb 12 2011, 08:50

autocitazione
''In Tunisia, Algeria, Egitto, Yemen, Grecia ecc. il potere difende il potere.
Mette in campo un'escalation di strategie: fuga o destituzione del primo ministro, rimpasto al governo, arresti da parte della polizia, intervento dell'esercito.''
Siamo al primo passaggio: fuga del primo ministro.
Aspettiamo le prossime mosse.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: alleanze   Gio Feb 17 2011, 21:58

Nel Bahrein il sovrano di notte manda blindati e truppe speciali contro i rivoltosi.
Senza l'appoggio dell'esercito non si va da nessuna parte.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: FLI di Fini perde i pezzi   Ven Feb 18 2011, 08:24

Cosi' Fini all' ANSA
“La maggoranza cresce per il potere finanziario di Berlusconi. Momento difficile ma il progetto resta.”
Fini mi sembra Mazzini che voleva far fare la rivoluzione ai contadini senza dare loro la terra, senza una riforma agraria.
Mazzini non e' mai stato socialista, mentre fu un deputato socialista Garibaldi.
(rinnovo il consiglio di leggere "le mie memorie" di Garibaldi)
Fini dice di non voler fare accordi con la sinistra, che non sarebbe nel DNA di FLI, ex AN, ex MSI, ex partito fascista.
E' proprio il contrario.
Mussolini nasce come socialista: anticapitalista, anticlericale e antimonarchico, ma per arrivare al potere si rimangia tutto.
Fini, che abbandona il potere, sta percorrendo la strada inversa, ma, per aver successo, oggi, quando i paesi arabi e tutto l'Islam sono in fermento, deve riconoscere e accettare il DNA socialista.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Razumichin

avatar

Numero di messaggi : 67
Data d'iscrizione : 05.05.07

MessaggioTitolo: Travaglio   Sab Feb 19 2011, 11:07

http://www.youtube.com/watch?v=ylF0JCe1ccM

eccolo Travaglio, il 'campione' dell'antiberlusconismo ossessivo, che censura la frenesia sessuale ostentata del barzellettiere di Arcore ma sostiene lo stato criminale sionista massacratore del popolo palestinese. Urla e strepiti sulle prostitute di Berlusconi -in un modo talvolta grottesco che, se la situazione non fosse tragica, sarebbe quasi comico- silenzio, invece, sulle questioni politiche fondamentali che sostanziano la vita del nostro paese. Non una parola sul gravissimo ed infame ricatto di Marchionne che apre la strada a tempi durissimi per tutti i lavoratori. Non una parola sulle politiche securitarie di repressione ed emarginazione degli immigrati. Non una parola sulle guerre imperiali in Afghanistan ed in Iraq. Non una parola sulla subordinazione dell'Italia agli Stati Uniti e alle politiche liberiste ed antisociali che dalla mancanza di sovranita' scaturiscono. Ed ancora, perche' questo si' che deve essere URLATO e GRIDATO incessantemente, il sostegno allo stato criminale sionista massacratore del popolo palestinese. D'altro canto, il centro-sinistra, di cui il sionista Travaglio e' riconosciuto paladino, e' speculare al centro destra; questi due schieramenti possono al massimo ambire a compiti amministrativi giacche' il potere decisionale risiede fuori dai confini nazionali. Oggi piu' che mai, per un progetto anticapitalista di ispirazione socialista e' necessario porre al centro della proposta politica la questione nazionale: senza indipendenza non c'e' liberta' di scelta, senza indipendenza non ci puo' essere socialismo, gli esempi non mancano: l'Irlanda, I Paesi Baschi, Cuba, il Venezuela, l'Ecuador, il Libano, la Palestina...tanti modi diversi per declinare la stessa volonta' di liberazione.
Tornando al sionista Travaglio e ai suoi amici, (Saviano, Dandini, Fazio, Santoro, Moretti ecc.) affermava il grande Jose' Saramago che il contrario di 'tardi' non e' 'mai' ma 'troppo tardi'. Il giorno in cui ci libereremo di questi buffoni 'radical chic', che sono comunisti come un afroamericano puo' essere membro del Ku Klux Klan, sara' sempre troppo tardi!
Questo, purtroppo, e' lo stato desolante della politica in Italia...fischia il vento e infuria la bufera, scarpe rotte eppur bisogna andar...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: inviata a La Repubblica e La Stampa   Mar Feb 22 2011, 08:53

Questa mattina 20 febbraio, in Inviato Speciale, sul primo programma della Radio, il conduttore, riprendendo un discorso di un ayatollah egiziano, ha detto che la rivoluzione vince se e' di tutti.
L'avevano gia' detto Marx e Lenin; per questo l'URSS fu isolata da un cordone sanitario, per impedire il contagio.
Si ripete, dopo 100 anni dalla rivoluzione di Ottobre, la rivolta dei derelitti, questa volta islamici e anche a loro si ricorda che la rivoluzione avra' successo se sara' di tutti, compresi Iran, Afghanistan, Pakistan, Bangladesch, Arabia Saudita ecc.
Per questo sono convinto che la domanda di democrazia non sia contro gli Stati Uniti, perche' di democrazia si tratta e, aggiungo, di democrazia guidata da un Parlamento composto di gente onesta e non di ex delinquenti, come e' avvenuto in tutto il mondo dal secondo dopoguerra, compresi ex URSS e Cina.
Si protrebbero escludere, da questa associazione a delinquere, gli Stati Uniti, se non avessero sostenuto, per ragion di Stato, i governi corrotti degli altri Stati.
Finalmente, con l'insurrezione nei Paesi arabi, stanno rivedendo, Hillary e Obama per primi, la loro politica estera.
Ho molta fiducia in questo ravvedimento per un futuro di pace sul pianeta.
2000snlp
oggi 22 febbraio su radio 2 alle 5.30 ho sentito che anche in Cina cominciano.
Non me ne ero dimenticato, ma non ci speravo.
Comincio a sperare che dopo arrivi anche in Italia.
Cosa ci vorra' a spodestare Berlusconi e i suoi della maggioranza e dell'opposizione?
Rischiamo anche noi di venire bombardati con gli aerei o presi di mira dai cecchini?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: atar   Mer Feb 23 2011, 09:39

ho il timore che l'incendio della Libia, che occupa la maggior parte dell'informazione, serva a nascondere i focolai del Barhein, Yemen, Qatar, Giordania ecc.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: contumace   Lun Feb 28 2011, 15:20

oggi Berlusconi non si' presentato in tribunale.
si concretizza l'ipotesi del mio primo intervento.
Se fosse condannato chi lo arrestera'?
Ghedini gli fara' scudo col suo corpo?
Sarebbero piu' efficienti i carabinieri!
L'esercito da che parte sara'?
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: dilemma   Sab Mar 05 2011, 00:35

in Libia sembra che l'esercito appoggi Gheddafi.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: strumenti teorici   Ven Mar 11 2011, 09:54

E' accaduto quello che temevo: e' intervenuto l'esercito.
Le speranze dei popoli arabi sono svanite.
Del resto l'islamismo non e' il marxismo e la gente non ha gli strumenti per capire come va il mondo.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: rivolte e rivoluzioni   Gio Mar 17 2011, 08:35

vince di solito chi controlla l'apparato statale anche per via delle alleanze strategiche finalizzate al mantenimento dello status quo
2000snlp

dal Bahrein ADNKronos
Le forze dell'ordine, con pullman e blindati, hanno caricato e lanciato lacrimogeni per sgomberare la piazza, da tre settimane occupata da un sit in dell'opposizione. Il bilancio degli scontri, secondo l'opposizione, sarebbe di cinque morti, tra cui due poliziotti, e alcune centinaia di feriti. Diverse tende dei manifestanti sono state date alle fiamme, mentre alcune esplosioni sono state provocate dai fornelletti a gas.
Le autorità del Bahrain hanno anche imposto il coprifuoco notturno, che entrerà in vigore oggi a partire dalle 16 ora locale (le 14 in Italia) fino alle 4 del mattino (le 2 in Italia). Con un comunicato letto dalla tv di Stato di Manama, è stato annunciato inoltre il divieto di qualsiasi tipo di manifestazione in tutto il Paese.
A sostegno del re Hamad, lunedì sera sono giunte nel paese truppe dell'Arabia Saudita e degli Emirati arabi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Berlusconi giudicato in contumacia: scenari   

Tornare in alto Andare in basso
 
Berlusconi giudicato in contumacia: scenari
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Berlusconi - da dove venivano quei finanziamenti?
» Master troll, arrestato
» Padre Amorth: Satana dietro crisi economica, di Alitalia e conflitto a Gaza
» Rita Dalla Chiesa, Mediaset e la mafia
» Su questo non aggiungo nulla... Berlusconi

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: