Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 salve

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
giuseppe galluccio

avatar

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: salve   Ven Gen 14 2011, 16:04

Salve a tutti, iscritto ieri anche se conoscevo il sito da un po'.
Pino, 50 anni, infermiere professionale, antiberlusconiano di ferro, di sinistra, forse ancora comunista, salvo intendersi sull'accezione di sinistra e di comunismo oggi. Perchè sono comunque un libertario. Acceso sostenitore della legalizzazione della cannabis, perchè il proibizionismo della canapa è una delle maggiori truffe del potere.
Credo che il problema forte in Italia oggi sia appunto Berlusconi che ha monopolizzato tutto. Non è questione di fissa. Certo sarebbe bello non parlarne, ma se non si risolve il problema berluska non si potrà mai parlare di altro, perchè qualunque problema riconduce a lui. Perchè Berlusconi è la mafia che si è fatta potere senza più alcuna mediazione. Perciò come si fa a discutere di altro stante sto macigno.
Sarà un prodotto della globalizzazione, dell'ondata di destra, ma rimane che in Italia il problema Berlusconi è propedeutico a tutto il resto.
Spero di potere contribuire alla discussione

Ho un sito www.altrestorie.org su cui , a chi interessa, si può trovare una selezione download, dove si possono scaricare file interessanti. Aggratis ovviamente, non vendo niente. Situazione a limite della legalità, ma sono un fermo assertore dell'idea che la rete debba essere completamente open e copyleft e debba servire soprattutto per fare circolare informazioni ed idee dal basso.
salud pino
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.altrestorie.org
Razumichin

avatar

Numero di messaggi : 67
Data d'iscrizione : 05.05.07

MessaggioTitolo: Re: salve   Ven Gen 14 2011, 21:52

Ciao e benvenuto! Come avrai notato, per i compagni di Indipendenza l'antiberlusconismo non è certamente la priorità sulla quale impostare la lotta politica ma sarà interessante discuterne.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
giuseppe galluccio

avatar

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 13.01.11

MessaggioTitolo: Re: salve   Sab Gen 15 2011, 00:16

Ho accennato al perchè dell'antiberlusconismo.
Mi spiego meglio.
Credo che aldilà dei problemi che hanno gli altri paesi, l'Italia ha una particolarità: ha tre organizzazioni mafiose che agiscono a livello internazionale. Ndrangheta e camorra sono diventate potenti negli ultimi tempi, dato che prima agivano in ambiti territoriali ristretti.
Prima dominava la mafia siciliana che viveva all'ombra dello Stato come complice, spesso da braccio armato ma il suo potere era mediato della politica.
Oggi quei poteri mafiosi non hanno più la mediazione degli andreotti, dei lima..oggi quei poteri sono parte integrante delle istituzioni, alterando fortemente qualunque possibilità di dialettica politica.
Berlusconi è il rappresentante capo di quel potere . Che prima agiva da dietro le quinte, che doveva comunque mediare con gli altri poteri. oggi quelle mediazioni sono saltate e loro governano direttamente.
Gli effetti li vediamo: riabilitazione del fascismo, alterazione dell'etica pubblica. Fino ancora a Craxi, un politico che rubava si dimetteva. Un ladro era un ladro. Oggi abbiamo mafiosi seduti in parlamento, la gente li vota, ed i cattivi sono diventati i comunisti.
Bedrlusconi non è una casualità. Berlusconi è il piano di Rinascita democratica di Gelli .
Controllo dell'informazione, sottoposizione della magistratura e di tutti i poteri di controllo, distruzione del sindacato in quanto organizzazione strutturata e capace di antagonismo, revisionismo di bassa lega...
Come si può pensare che si possa discutere, fare politica, cercare di costruire qualcosa tentare esperienze di democrazia dal basso in questo quadro?
Per questo ritengo che qualunque iniziativa politica, qualunque ragionamento non può non tenere conto di questa anomalia.
Come si può parlare di democrazia, di diritti delle persone, di lotte sociali, di cambiamenti se nel dibattito pubblico questi temi sono banditi, o derisi perchè l'informazione è controllata in maniera ferrea da una persona sola, che rappresenta un unico centro di potere?
In che modo ed intorno a che cosa si aggregano le persone se qualunque uscita dal pensiero unico viene bollata come komunsita, terrorista, antisociale, pericolosa?
La sinistra ha sempre sottovalutato questi aspetto, o sostenendo che non bisognava dare eccesiva importanza a Berlusocni che lui era l'effetto e non la causa(in parte è vero), che bisognava imporre altri temi(come e quali visto che non passa niente), o peggio qualcuno ha sostenuto che l'antiberlusconimo favoriva B. Certo quello di maniera. Me ne viene in mente uno di questi tizi che pure passava per un compagno : Sansonetti bounce che sosteneva queste tesi quando dirigeva Liberazione. Oggi vediamo cosa fa e chi è davvero Sansonetti.
Difende il potere mafioso in Calabria espellendo i giornalisti coraggiosi.
L'Italia è un paese mafioso e se non si affronta questo problema il resto rimarrà sempre e solo chiacchiericcio.
Intendiamoci non che io non rispetti diversi punti di vista. Ma sono 20 anni che B domina al scena e dovrebbe essere ormai chiaro che se non si sgombra il campo da questo macigno non si riuscirà mai a spostare il dibattito pubblico su temi che interessano davvero la vita delle persone
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://www.altrestorie.org
cub vetro

avatar

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 22.01.11

MessaggioTitolo: Re: salve   Mar Gen 25 2011, 22:31

compagno, ma quale fascismo? Questo è il capitalismo nelle sue forme vere. Ti lascia parlare ed è la stessa società a esser drogata e a non volerci ascoltare. In parte poi non si può solo accusare gli altri, ma guardare internamente a noi. Pensare come fai tu che la crisi morale è in Italia per via del caso Ruby farao , di Berluska capo mafia mi fa pensare a una visione apocalittica di stampo neomoralista. Quanta ipocrisia! Zoccole, poteri deviati ecc sono da mo' nelle sfere partitiche, da destra geek a sinistra afro
Insomma, poi si parla sempre di Fascismo ma nel fascismo non si aveva spazio in giornali tv ecc, vi era il confino, il carcere, le botte, la morte. Prima di dire certe cose bisogna riflettere. E' la gente che dice di esser incazzata ma invece è gente, NON è POPOLO. Non è popolo perché poi si rituffa a votare per i soliti, i fini i casini i bersani i vendola i bondi i tremonti (con lettera minuscola rigorosamente). Tutti molto diversi, tutti molto uguali nelle loro architravi del sistema. Servi dei poteri forti, della finanza, dell'Europa dei camerieri. Compagno, se hai capito questo allora bene, altrimenti... continuiamo a farci male, a parlare di Berlusca, delle zoccolette, di Grandi fratelli, di quanto è bravo ora FIni elephant o Di Pietro. study
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: salve   

Tornare in alto Andare in basso
 
salve
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» salve a tutte mi chiamo gessica e sono una distrubutrice
» Salve Dott.ssa...
» salve a tutte
» Salve dottore
» REGINA - La rapper italiana che sfida il vaticano

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Presentazioni-
Andare verso: