Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Sul "Popolo Viola"...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
sankara

avatar

Numero di messaggi : 416
Data d'iscrizione : 14.04.07

MessaggioTitolo: Sul "Popolo Viola"...   Dom Feb 28 2010, 13:26

Il "Popolo Viola" è tornato a manifestare, ieri, a Roma. Per difendere la Costituzione italiana. Hanno aderito Radicali, Partito Democratico, Italia dei valori, Pdci-Federazione della Sinistra.

Mmmmhhh, curiosa questa cosa. Soggetti che hanno votato e votano i rifinanziamenti delle "missioni all'estero", cioè l'invio delle truppe ascare italiane al seguito dell'alleato/padrone USA per le sue guerre imperiali, in aperto spregio dell'art.11 della Costituzione.

Se poi si passassero in rassegna i provvedimenti assunti quando erano al governo, analoghi a quelli assunti dai governi Berlusconi, che da un quindicennio concorrono e convergono nell'ammorbare l'Italia, emergerebbero le sostanziali violazioni già solo di svariati dei primi 12 articoli della Costituzione, i "principi fondamentali"...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Dom Feb 28 2010, 18:49

PERFETTAMENTE D'ACCORDO... per non parlare di questo fantomatico popolo viola-web, in mano alle strumentalizzazioni di certi poteri forti, di Di Pietro elephant (un partito zarista, aderente in Europa alle falangi armate dei liberali, quelli che hanno votato per l'allungamento dell'orario lavorativo oltre le 46 ore) e banda varia. Dove la sinistra ci va per cercare di cavalcare le masse, ma è solo travolta da se stessa e dal proprio NULLA affraid di progettualità alternativa al berlusconismo, al neoliberismo coloniale. silent
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
gian



Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 29.12.07

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Mar Mar 02 2010, 01:31

Concordo anch'io con i vosti commenti.

I salvatori della costituzione questi ??? Non sono altro che infami !
Sono quello che ci hanno portato a fare la guerra contro l'ex Yugoslavia !!!
E sono anche servi meschini!!

Saluti
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
panizzi



Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 29.07.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Dom Mar 07 2010, 18:19

giustissimo, sankara. Ma chi vogliono prendere in giro questi sinistri imperialisti, la vera sinistra che può parlare è quella che disobbedendo alle direttive di tutti i partiti della sinistra compresi i sinistri radicali, sfilò in corteo contro la guerra in Iraq mentre gli altri facevano il concerto addomesticato in piazza del popolo, quelli per intenderci che si son sentiti non più rappresentati da chi considera alleati D'Alema o la super liberista reazionaria Bonino
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
etrusco

avatar

Numero di messaggi : 48
Data d'iscrizione : 06.02.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Ven Mar 19 2010, 15:43

Travaglio e company si dichiarano letteralmente filoisraeliani e filoatlantici in politica estera, in economia invece si posizionano nello spazio del liberismo temperato.
Usano chiaramente il vuoto della sinistra per dare la scalata a tutto ciò che esiste oltre il PD. La questione morale e l'antiberlusconismo fanno presa, così il loro progetto è vicino alla riuscita e oltre a travolgere ciò che resta della sinistra italiana, attrae energie ed entusiasmo anche in larghi strati della popolazione non politicizzata ma stanca del berlusconismo cadaverico.
Che fare allora? Perché non provare a rovesciare la loro strategia? Perché non provare ad entrare nel loro movimento per inserire i nostri contenuti sociali e i nostri valori? Perché non cominciare con lo sputtanare il nano e insieme le contraddizioni di PD, piddini e travaglini? Perché non entrare nel movimento con un poderoso bagaglio socialista e italianista, cominciando ad esempio a riempire di tricolori e di bandiere rosse -senza simboli di partito...- la piazza?
Loro vogliono annettere la sinistra e quel che ne resta? Noi sfruttiamo un movimento che è l'unico capace di "essere potenzialmente egemonico" sulla società civile, per rispondere con contenuti socialisti e italianisti.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: cerchiamo di capire   Sab Mar 20 2010, 09:52

filoatlantici e filoisraeliani (interpretazioni)

Dopo le elezioni di Obama avevo aperto un topic intitolato "dream team" che non riesco a trovare sul sito, ma va bene anche questo commento ad un altro topic.

tadiottof ha scritto:
USA: OBAMA-HILLARY, PER IL DOPO RICE RISPUNTA IL DREAM
TEAM
Il presidente eletto potrebbe affidare all'ex avversaria uno dei posti più importanti nella sua futura amministrazione: quello di segretario di Stato. Nel "toto nomine" anche Caroline Kennedy e Al Gore. Obama, messaggio via You Tube

Mi sembra veramente la squadra dei sogni. Il segretario di Stato, cioe' il ministro degli Esteri, nel governo americano e' la seconda carica dopo il Presidente, piu' importante del vicepresidente. Non so chi sia Caroline Kennedy (i Kennedy non mi sono simpatici. John ha inventato un incidente nel mar Cinese meridionale per portare guerra al Vietnam), ma se Obama l'ha messa insieme a Hillary e Al Gore, dovrebbe essere a posto. Sono gli USA che governano il mondo: se Obama costituisce un governo di persone intelligenti e sagge, siamo sulla buona strada. Ciao. papa'. 15/11/2008
2000snlp
Essere filoatlantici non significa essere filoamericani: c'è' anche Al Gore premio nobel per l'ambiente.
Degli anni 60 ricordo un commedia teatrale "Un Mandarino per Teo".
I desideri, i capricci, di un occidentale venivano esauditi con il sacrificio, la morte, di un Cinese (potremmo dire un negro o un aborigeno australiano).
C'è' stato il periodo del consumismo: si buttava via tutto: auto, elettrodomestici, televisioni, apriscatole, caffettiere moka col manico bruciato ecc. perché' costava meno comprare nuovo che riparare e costa meno comprare nuovo per il fatto che non si tiene conto del lavoro per estrarre il metallo e dell'assemblaggio ecc.
Non se ne tiene conto perché il lavoro dei Cinesi o dei Filippini ecc. è pagato poco.
Adesso è pagato poco anche in Occidente, ma dovremmo noi gestire le riforme strutturali, perché, se gestite dai padroni, ritorneremo a essere schiavi.
Dobbiamo tornare a rivalutare il lavoro.
Essere filoatlantici significa difendere il progresso tecnologico (anche Osama Bin Laden porta il Rolex e usa l'aereo).
Bin Laden però è integralista e predica il ritorno al medioevo, quando il grano si batteva sull'aia e lo macinava “sa molenti”

Essere filoisraeliani non significa approvare il governo terrorista di Nethanyu o di Sharon ecc., ma cercare la pace contro di loro e per farlo bisogna sostenere Barak Obama contro i suoi avversari in patria.
In nomen omen; Barak significa "benedizione" in arabo.
2000snlp
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
panizzi



Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 29.07.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Sab Mar 20 2010, 19:32

obama ha aumentato lo sforzo bellico. Al di là delle parole è al servizio della borghesia americana e non potrebbe essere altrimenti visto il posto che occupa. Tutti i politici istituzionali sono al servizio delle classi dominanti nel nostro sistema capitalista; cambia solo il modo in cui declinano il loro essere il comitato d'affari dei poteri forti. I lavoratori devono contare sulle loro forze autonome di classe e non mettersi al carro degli interessi altrui meno che mai al servizio dell'imperialismo americano. Ricordiamo che fu un democratico, Clinton, ad aggredire la Jugoslavia, servendo i voleri delle classi dirigenti e dimostrando che ha poca importanza definirsi destra o sinistra se il padrone è lo stesso.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
gorritxo

avatar

Numero di messaggi : 148
Data d'iscrizione : 15.10.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Dom Mar 21 2010, 16:53

tadiottof ha scritto:

Non so chi sia Caroline Kennedy (...) ma se Obama l'ha messa insieme a Hillary e Al Gore, dovrebbe essere a posto.
Ma chi sarebbe Obama per meritare una simile fede? L'Unto del Signore?

tadiottof ha scritto:
Sono gli USA che governano il mondo: se Obama costituisce un governo di persone intelligenti e sagge, siamo sulla buona strada.
Gli USA governano il mondo. Il punto è se accettare la cosa come buona e giusta o semplicemente ineluttabile (quasi fosse un'imposizione divina). Non è il mio caso, e nemmeno quello di Indipendenza. Fortunatamente.

tadiottof ha scritto:
Essere filoatlantici non significa essere filoamericani: c'è' anche Al Gore premio nobel per l'ambiente.
Al Gore non è americano? E il premio Nobel che cosa garantisce? A Obama hanno dato il Nobel per la pace, tanto per far capire lo spessore, l'attendibilità e l'indipendenza di questa onorificenza.

tadiottof ha scritto:
Essere filoatlantici significa difendere il progresso tecnologico.
Bin Laden però è integralista e predica il ritorno al medioevo, quando il grano si batteva sull'aia e lo macinava “sa molenti”
Certo! Ti sei dimenticato di dire che essere filoatlantici significa difendere la democrazia, la libertà, la laicità. Magari perfino il socialismo.
Anche se dovrebbe essere ovvio, ti ricordo che chi non è filoatlantico non è automaticamente un integralista e un nostalgico del Medioevo. Queste sono argomentazioni degne dei peggiori neo-cons "esportatori di democrazia".

tadiottof ha scritto:
Essere filoisraeliani non significa approvare il governo terrorista di Nethanyu o di Sharon ecc., ma cercare la pace contro di loro e per farlo bisogna sostenere Barak Obama contro i suoi avversari in patria.
In nomen omen; Barak significa "benedizione" in arabo.
Non c'è pace senza giustizia, e non ci può essere giustizia nell'imperialismo. La storia ci dice che gli USA sono imperialisti indipendentemente dal fatto che a governare siano repubblicani o democratici, bianchi o neri.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
panizzi



Numero di messaggi : 17
Data d'iscrizione : 29.07.09

MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   Lun Mar 29 2010, 16:09

perfettamente d'accordo con gorritxo, sono le classi dominanti americane a scegliere le linee strategiche di fondo, lasciando una certa variabile di indipendenza alle due correnti politiche, senza che cambi di una virgola l'impostazione imperialista
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Sul "Popolo Viola"...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Sul "Popolo Viola"...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Crociati,celti,sciamani e Guzzi padana..il popolo leghista
» POPOLO LIBERTA' E POTERE
» I Corsi "la Fenjce Perfect Lady"
» oggi faccio il "graffietto"
» è "ufficiale" parto a settembre

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: