Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Meglio tardi che mai...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
noname

avatar

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 02.08.08

MessaggioTitolo: Meglio tardi che mai...   Gio Ott 29 2009, 22:01

Sono uno sfigato bounce ma la mia sfiga la ritengo totalmente causa di essere della generazione del 1960. Laughing
18 anni nel 1978 !!!!!
..E mo, mo che sse deve da fa' ????
Tutto cambiò all'improvviso, fare così non era più di destra e fare così non era più di sinistra..che sfiga...
Ero comunque propenso per la Sinistra ma allora veramente non era rimasta che la droga, sicche mi persi un po con i sapori dell'India senza per altro andarci..ehehe.
Il Movimento dell'85.....ma anni prima il Virus di Milano avevano riacceso un qualcosa che era rimasto sotto le ceneri..Definitivamente decisi che la mia dote, la mia grande capacità di fare musica l'avrei dedicata, consumata in un modo speciale.
Nel 1989 riesco nel costrire una band rock Italiano con chiari intenti autoproduttivi e contro, così si parte in varie città italiane, Livorno, Firenze, Genova, Bologna, Udine, nei rispettivi posti Occupati (l'Indiano a Firenze, via Volturno a Udine e la chiesa sconsacrata a Genova, ricordo solo questi, all'isola nel cantiere non suonammo...).
Dopo questa esperienza approdo al Forte Prenestino, forse è proprio lì che sono diventato adulto ma è proprio lì che ci sono rimasto male come tutti quando si cresce...
Malgrado ciò qualcuno dice che in quel periodo (benché abbia pagato troppo a mio avviso), comunque sia servito per la causa.....
Sono io quel maledetto che iniziò con la teckno a Forte Prenestino, per poi essere cacciato ed essere così poi il primo che iniziò questa saga infinita degli illegali teckno.
Casilina 25 dicembre 1993.
Così poi andò avanti fino al 1998 sempre in zona Roma, quando sfinito mi lasciai trasportare dal nulla ed arrivai in Olanda.
Il mio nome d'arte cioè Minimaltribe è oramai diventato un genere musicale che non riporta alla mia persona se non per gli addetti ai lavori e questo forse era lo scopo del mio progetto musicale trasversale, sono malato da molti anni e seguo oramai tutto da fermo grazie ad internet, il Minimal Tribe è nato ed io l'ho perso un po di vista..come tutti i figli.
Una sorta di grande Capro Espiatorio dunque, il grande amico sempre pronto, il confidente di tutti ma a me come sempre non mi si fila nessuno perché pieno di conoscenza di tutto e di tutti e cioè noioso, disarmante, insomma non una persona raccomandabile per chi ha la coscienza sporca... lol!

Perche no, così l'ho detta quasi tutta..

noname
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
tadiottof



Numero di messaggi : 621
Data d'iscrizione : 04.08.08

MessaggioTitolo: autocritica o esame di coscienza?   Ven Ott 30 2009, 07:48

Intanto grazie per il racconto delle tue note biografiche.
Io sono del 43.
Ai miei tempi i tossici erano considerati traditori, perche' preferivano trovarsi un rifugio, un paradiso virtuale, alle manifestazioni corali di piazza e all'attivismo sindacale e di Partito.
La droga e' l'oppio, materiale, concesso dalla destra ai popoli, come l'oppio, mentale, della religione.
2000snlp
PS
non pensare che voglia essere un inquisitore, un censore o moralista; e' solo una riflessone di carattere piu' generale.
Questo e' il mondo in cui dobbiamo nuotare (galleggiare?).
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 1020
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Meglio tardi che mai...   Ven Ott 30 2009, 17:20

Non so perché, leggendoti, mi siano venute in mente le seguenti parole di Bobby Sands. Disse: "Chiunque, repubblicano o altro, ha un suo particolare ruolo da giocare. Nessun ruolo è troppo grande o troppo piccolo, nessuno è troppo vecchio o troppo giovane, per fare qualcosa". Si riferiva alla lotta di liberazione per un'Irlanda libera, indipendente e socialista, il suo ideale politico. Sands fu tra coloro che iniziarono uno sciopero della fame ad oltranza per rivendicare lo status di prigionieri politici a fronte del governo britannico che bollava come "criminali comuni" i membri delle organizzazioni armate repubblicane. Sands, tra le figure più alte in grado dell'IRA in quel momento in carcere, fu il primo ad iniziare lo sciopero e a morire, il 5 maggio 1981, dopo 66 giorni di digiuno, all'età di 27 anni.

Continuiamo a fare la nostra parte, noname.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
noname

avatar

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 02.08.08

MessaggioTitolo: Re: Meglio tardi che mai...   Lun Nov 02 2009, 02:10

alekos18 ha scritto:
Non so perché, leggendoti, mi siano venute in mente le seguenti parole di Bobby Sands. Disse: "Chiunque, repubblicano o altro, ha un suo particolare ruolo da giocare. Nessun ruolo è troppo grande o troppo piccolo, nessuno è troppo vecchio o troppo giovane, per fare qualcosa". Si riferiva alla lotta di liberazione per un'Irlanda libera, indipendente e socialista, il suo ideale politico. Sands fu tra coloro che iniziarono uno sciopero della fame ad oltranza per rivendicare lo status di prigionieri politici a fronte del governo britannico che bollava come "criminali comuni" i membri delle organizzazioni armate repubblicane. Sands, tra le figure più alte in grado dell'IRA in quel momento in carcere, fu il primo ad iniziare lo sciopero e a morire, il 5 maggio 1981, dopo 66 giorni di digiuno, all'età di 27 anni.

Continuiamo a fare la nostra parte, noname.

Caro alekos18,come detto all'inizio mi affido alla sfiga della mia generazione ed in base ad essa ancora una volta ho fatto fiasco.
Normalmente le persone che vedono un film si immedesimano nel protagonista,quasi mai nessuno si immedesima però con plateale dimostrazione nei panni del protagonista se il protagonista è matto,se questo accade, abbiamo la classica storia Americana del pazzo che imita quella cosa vista in Tv o al cinema, appunto.
Dunque ben anche io non sia un pazzo,è molto tempo però che evito(si fa per dire) di guardare alcuni generi di film perche mi impressiono.
Il Processo consumato a mio carico giorni fa poteva essere una cosa di quelle da finire in bocca ai media ma appunto.. nello stesso tempo io sarei finito in galera !!!
Finire in galera perche un fottio di persone si è sporcata le mani in modo indegno e tra codesti anche le istituzioni nella forma appunto della Polizia ed organi preposti al controllo sociale mi avrebbe portato appunto nel vivere un film gia conosciuto,forse è conosciuto anche il film che mi sto vivendo ora e cioè il sentirsi tra lo schifato con se stesso e l'impotenza, conclusione logica e razionale che però corrode.
..grazie dunque dell'incitamento nel non mollare ma sarà perche sono fuori dal giro in solitudine culturale ma se continua cosi appunto finisce male in quel senso,se fossi riuscito nell'avere la forza o l'incoscenza di fregarmene dei consigli\obblighi dell'avvocato ed avessi letto quello che volevo leggere mi ero gia preposto di rifutare cibo ed acqua con fare passivo.
Per interderci,sarà che sto da solo perso nella società quella fatta di individui poveri di spirito ma sono anni che mi sento trattato come se fossi un Nero di pelle o se fossi il solo bianco tra Neri di pelle..e questo mi sta distruggendo la vita.
Duemila patologie psicologiche si ammassano all'orizzonte ed è perciò che continuo nel far "pippa" come si dice a Roma ma sono una pentola a pressione che sta per esplodere,fino ad ora mi ha salvato la mia intelligenza,il controllo su me stesso e fondamentalmente l'essere in cattive condizioni di salute ma è vergognoso che io sia e debba ricorrere a questi arpigli per mantenermi calmo.
(sentirmi trattato in questo modo da un certo punto in poi,ovviamente...ma senza prove e visto che il processo ultimo era stato istituito da una denuncia della Polizia..andove vado a chiedere aiuto ???!!)
Io so che tutti qui cioè il quartiere, pensa male ed agisce negativamente nei miei confronti e so anche il perche MA MAI E DICO MAI compresa la Polizia,nessuno si è degnato di mensionare il motivo scatenante.
È solo dunque tutto nella mente di alcuni borghesi o presunti tali,tutto è iniziato perche sono Italiano con larghe vedute e dunque se pur scandalizzato nel aver incontrato una donna manesca,comunque verbalmente mi son fatto sentire più volte dal vicinato,questo primo pretesto è stato quello che ha creato lo stereotipo per cui in una coppia se c'è qualcuno di violento questo è il Maschio,in conseguenza a questa prima morbosità scaturita nel vicinato,si è innescata la seconda ancora più assurda e morbosa,mi è stata diagnosticata anni fa una cattiva artrosi e dunque per anni sono andato avanti con l'idea di curarmi una cattiva artrosi,cosi dicendo per me è diventato normale alla fine stare male,cioè sentire dolore,questo star male,questo sentir dolore mi comporta lamentarmi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Questo continuo lamento è stato interpretato dai vicini come gemiti sessuali !!!!!!!

Io sono fuggito dal provincialismo Italiano,all'inizio dunque non ho voluto intenzionalmente prestare attenzione a quanto la gente mormorasse,ad Amsterdam poi...ma ad un certo punto sono iniziati diciamo gli scherzi...fastidi sempre più invadenti ma nello stesso tempo ridicoli da essere portati alla polizia o tribunale ammeno che non si voglia passare per matti esauriti e con ciò bisognosi di aiuto dallo Stato ( Olanda, se passi per matto buono di mantengono).
Alla mia prima reazione ..tacchete la Polizia,io sono ad Amsterdam ma cari miei anche ad Amsterdam vale più la parola di un Uomo che ha figli di uno che non ne ha...dunque per la polizia grazie anche in verità al mio palesare chi sono e cioè una persona che sa il fatto suo,ecco che è iniziato un assedio da parte della polizia stenuante fino appunto all' avermi portato a dargli del fascista,motivo che è stato portato in tribunale !!!!!
Ora come si vede,da una parte ci sono io che me ne potrei andare e fregarmene anche se questo stravolge comunque la mia vita,dall'altra invece accade qualcosa ad Amsterdam di veramente brutto,io dopo più di ventanni ho smesso di fare musica e sto male e solo perche sono diverso e non ci sto ad uccidere la mia diversità.
Sono vittima di una psicosi collettiva,lo scemo del villaggio.

uhhhh..

noname
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Maura

avatar

Numero di messaggi : 99
Età : 42
Data d'iscrizione : 02.10.09

MessaggioTitolo: Re: Meglio tardi che mai...   Mar Nov 03 2009, 08:50

Ciao Noname. Leggendo la tua presentazione mi ci sono ritrovata in un paio di punti, altri non ho capito, ma non è questo il problema. Dicevo mi ci sono trovata quando scrivevi di essere malato da tanto. Anche io, presumo per motivi totalmente diversi, sono costretta, per una malattia, a muovermi poco (forse costretta non è la parola giusta, diciamo che per ora mi è impossibile farlo) ed è vero che arrivi ad un punto a vederti come il malato, cioè così abituato a stare male, a sentire dolore, che ormai non conosci altro. Non ho capito bene cosa è successo, ma l'ultima frase che hai scritto, che ti ritieni lo scemo del villaggio e "diverso" mi trova totalmente in disaccordo con la tua analisi. Cerco di spiegarmi meglio. Un conto è che lo dicano gli altri, persone a cui sta a cuore solo il bene personale, quindi etichettano negativamente gli altri, per star bene con se stessi, un conto è che tu te lo dica da solo.
Ho imparato, a mie spese, che giustificare il comportamento di chi mi sta intorno, giustificare gli attacchi assolutamente insensati delle altre persone a mie spese, non porta assolutamente a niente, anzi, si tende, in questo modo, ad accentuare il problema, quindi anche andarsene non cambia lo stato delle cose.
Come dicevo prima ci sono alcune cose che non capisco, una più di tutte: perchè hai smesso di fare musica?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
noname

avatar

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 02.08.08

MessaggioTitolo: Re: Meglio tardi che mai...   Mar Nov 03 2009, 19:08

Maura ha scritto:
Ciao Noname. Leggendo la tua presentazione mi ci sono ritrovata in un paio di punti, altri non ho capito, ma non è questo il problema. Dicevo mi ci sono trovata quando scrivevi di essere malato da tanto. Anche io, presumo per motivi totalmente diversi, sono costretta, per una malattia, a muovermi poco (forse costretta non è la parola giusta, diciamo che per ora mi è impossibile farlo) ed è vero che arrivi ad un punto a vederti come il malato, cioè così abituato a stare male, a sentire dolore, che ormai non conosci altro. Non ho capito bene cosa è successo, ma l'ultima frase che hai scritto, che ti ritieni lo scemo del villaggio e "diverso" mi trova totalmente in disaccordo con la tua analisi. Cerco di spiegarmi meglio. Un conto è che lo dicano gli altri, persone a cui sta a cuore solo il bene personale, quindi etichettano negativamente gli altri, per star bene con se stessi, un conto è che tu te lo dica da solo.
Ho imparato, a mie spese, che giustificare il comportamento di chi mi sta intorno, giustificare gli attacchi assolutamente insensati delle altre persone a mie spese, non porta assolutamente a niente, anzi, si tende, in questo modo, ad accentuare il problema, quindi anche andarsene non cambia lo stato delle cose.
Come dicevo prima ci sono alcune cose che non capisco, una più di tutte: perchè hai smesso di fare musica?
Grazie per la curiosità.
Ci sono due interpretazioni che si entrecciano mio malgrado,una è quella che mi vede scemo del villaggio,scemo del villaggio nel senso più poetico che sia possibile e questa è una mia interpretazione del mio essere se costretto nel definire alcuni punti( costretto non da te e da nessuno del forum !!) costretto,perche per me è "idiota" cercare di dire io sono..
Comunque si,ho la testa talmente piena di musica e mie filosofie che è da tempo che non seguendo nessun branco,vivo un po molto ai margini e mi sta bene.
Poi,vivendo gia di mio questa speciale dimensione,è accaduto un qualcosa che è sfuggito al mio controllo.
Vivo da 10 anni oramai una relazione ambigua con una donna e come tutti i rapporti un po sani ed un po no,il discorso simbiotico è andato a farsi benedire.Un altra cosa che le persone cercano in tutti i modi di dare per scontato è il definire superficialmente,sicche io so bene quello che tu dici ma non lo sa la donna in questione ed io ho vissuto nella sua casa praticamente da clandestino fino ad un anno fa.
Quindi mi sono ritrovato striturato tra questa relazione e l'impossibilità di agire,perche vivendo in una casa gestita dalle coperative dello Stato,chi non ci vive da regolare è come se non esistesse.
Quindi si,ho scritto lo scemo del villaggio ma appunto intendendo spiegare il giudizio degl'altri e non il mio di me che amo più di qualsiasi cosa al mondo e questo si che è egoismo... Laughing
La cosa non è semplice perche fondamentalmente io sono una persona onesta e spesso si parla si parla ma non ci si accorge che evitiamo le persone che riteniamo stupide come la peste ed ecco spiegato l'arcano,quando ho realizzato che lei non era ( alla mia altezza ??),non ho avuto il coraggio e non ho il coraggio di scartarla come una caramella ma non è la prima volta che mi accade,mi è accaduto anche con amici,ho sempre la speranza che migliorino,ha volte è accaduto a volte no,in questo caso non è accaduto e quindi sono definitivamente alla frutta.
Le ho perdonato troppe cose e l'ignoranza e la non comunicazione con il "vicinato" hanno generato orribili pensieri nei miei riguardi,se ti interessa ancora ti scrivo in privato perche si insomma.. Laughing
Per la musica...
Ho studiato per anni e studio ancora improvvisazione,non jezzistica anche se la matrice è quella ma con strumenti elettronici atti nel generare musica elttronica dance et simili,ti puoi figurare con la testa piena di stronzate,quale energia sia in grado di emmettere...facciamo Punk elettronico !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Evil or Very Mad
Spacco i sintetizzatori in testa ai vicini ??
Prima mi hanno costretto ad abbassare la musica,poi sono arrivato nel non poter lavorare in cuffia per il rumore esterno provocato da loro....
Infine cara Maura... Razz
"Tra di noi" si può dire che potrebbe passare ma per la gente comune se hai 50 anni e non sei famoso,dovresti mettere la testa a posto.....
Io sono un pazzo furioso,quando ho visto il film "il Pianista dell'Oceano" per un attimo ho creduto che fosse la mia biografia sceneggiata.
Per il momento la mia attività è relativa nel passare in radio(internetradio),la mia musica composta dal 1984 ad oggi ma tutto rigorosamente contro ogni mercificazione della musica,quindi è un casino........Ripeto,il valore di questa storia sta nel fatto che accade ad Amsterdam,una delle prima zone d'Europa sottoposta a regime Musulmano.
E si, perche alla fin fine ho contro quattro stronzi nazionalisti Olandesi ed un fottio di musulmani che vedono in me l'orrore fatto uomo,spalleggiati da quei quattro Olandesi.
Ora non voglio far sembrare che io sia il centro del Mondo ma so chi sono e so cosa vivo,quì in questi giorni si festeggia o meglio si ricorda Theo van Gog,il tipo ucciso da un Musulmano.Qui oggi però vale più la parola di un Musulmano che la parola di un Europeo e questa come conseguenza delle idiote battaglie di emancipazione, di integrazione che hanno creato cosi tante maglie a favore loro che oggi qui è meglio evitare di toccare un Musulmano solo con lo sguardo...
Nota=il primo casino sottovalutato da me per quello che ho detto sopra è accaduto proprio tramite una famiglia musulmana,la loro denuncia parlava e l'ho qui con me,parlava chiaramente di io che vergognosamente aprivo la mia porta di casa privata,in maglietta e mutande (mutande coperte dalla maglietta) e questo era l'andazzo della denuncia,ho portato il caso in tribunale rifiutando di pagare la multa iniziale ed al tribunale durante il processo non hanno battuto ciglio !!!!!
Sono stato dichiarato colpevole ???!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Per ora mi fermo qui ma se ci sono altre domande e curiosità sono pronto per sfogarmi.
grazie ancora

noname
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Meglio tardi che mai...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Meglio tardi che mai...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» quando ormai è troppo tardi!
» vita e morte o meglio morte e vita
» OVODONAZIONE: meglio trasferire una sola BLASTOCISTI o due?
» Meglio zigote o blastocisti ?
» MEGLIO TB O STICK??

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Presentazioni-
Andare verso: