Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Sab Ott 17 2009, 02:38

(Zla/Pn/Adnkronos)

Roma: 'la fiume nascosta', i magazzini popolari casalbertone celebrano gli arditi

Roma, 13 ott. (Adnkronos) - Un dibattito e una mostra sugli 'aspetti rimossi' dell’epopea fiumana ai Magazzini Popolari Casalbertone di Roma. L'incontro, promosso da Patria socialista e dal titolo 'La Fiume nascosta', è in programma sabato alle 17.00 in via Baldassarre Orero 61 e sara' dedicato a Mario Carli, ardito futurista.
''Se lo spirito è con noi, chi contro di noi? Con queste parole D’Annunzio sancisce la presa di Fiume - scrive Patria Socialista - Giudicata come una conquista irredentista, si rivelerà ben altro nel corso della sua storia divenendo un simbolo di riscatto dell’onore italico e della giustizia sociale. All’impresa intervenne ogni genere di ribelle dallo spirito ardito ed avventuriero, fu una scossa per le coscienze intellettuali d’Italia e di gran parte del mondo, istituendosi come monumento alla lotta dei popoli oppressi. Un’analisi di ciò che è stata la sua “conquista”, dello spirito legionario che l’ha condotta, dell’utopia proto-socialista che l’ha governata, insieme alla riscoperta e alla riappropriazione di una vastità di simbologie di nostra antica appartenenza, di quella Reggenza ufficialmente riconosciuta solo dalla Russia rivoluzionaria di Lenin.
Una visione d’insieme di ciò che ha rappresentato l’istituzione della 'Reggenza del Carnaro' nei suoi obbiettivi e nel suo stile di vita. Un percorso armato di buon senso attraverso la storia, alla riscoperta di una nostra antica 'Patria Socialista'''.
All'incontro interverrà Pierpaolo di Mino, sceneggiatore ed autore del romanzo sulla Fiume dannunziana “Un mondo a parte”.

Tutto ciò a indymedia non piace e l'iniziativa è bollata con epiteti, minacce e l'intimazione di non fare infiltrare Patria Socialista e la RASH nei movimenti, perché fascisti, terzaposizionisti, canaglie infiltrate.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Lun Ott 19 2009, 12:11

aposkinhead ha scritto:
(Zla/Pn/Adnkronos)

Roma: 'la fiume nascosta', i magazzini popolari casalbertone celebrano gli arditi

Roma, 13 ott. (Adnkronos) - Un dibattito e una mostra sugli 'aspetti rimossi' dell’epopea fiumana ai Magazzini Popolari Casalbertone di Roma. L'incontro, promosso da Patria socialista e dal titolo 'La Fiume nascosta', è in programma sabato alle 17.00 in via Baldassarre Orero 61 e sara' dedicato a Mario Carli, ardito futurista.
''Se lo spirito è con noi, chi contro di noi? Con queste parole D’Annunzio sancisce la presa di Fiume - scrive Patria Socialista - Giudicata come una conquista irredentista, si rivelerà ben altro nel corso della sua storia divenendo un simbolo di riscatto dell’onore italico e della giustizia sociale. All’impresa intervenne ogni genere di ribelle dallo spirito ardito ed avventuriero, fu una scossa per le coscienze intellettuali d’Italia e di gran parte del mondo, istituendosi come monumento alla lotta dei popoli oppressi. Un’analisi di ciò che è stata la sua “conquista”, dello spirito legionario che l’ha condotta, dell’utopia proto-socialista che l’ha governata, insieme alla riscoperta e alla riappropriazione di una vastità di simbologie di nostra antica appartenenza, di quella Reggenza ufficialmente riconosciuta solo dalla Russia rivoluzionaria di Lenin.
Una visione d’insieme di ciò che ha rappresentato l’istituzione della 'Reggenza del Carnaro' nei suoi obbiettivi e nel suo stile di vita. Un percorso armato di buon senso attraverso la storia, alla riscoperta di una nostra antica 'Patria Socialista'''.
All'incontro interverrà Pierpaolo di Mino, sceneggiatore ed autore del romanzo sulla Fiume dannunziana “Un mondo a parte”.

Tutto ciò a indymedia non piace e l'iniziativa è bollata con epiteti, minacce e l'intimazione di non fare infiltrare Patria Socialista e la RASH nei movimenti, perché fascisti, terzaposizionisti, canaglie infiltrate.
Tutto origina, secondo me, dalle evidenti diffidenze che a sinistra, in tutta la sinistra, si ha quando si parla di nazione e di patria. Mi sembra che sia un problema della sinistra italiana, in parte anche di qualche altro paese europeo, ma non certo mondiale. Prova ne sia che molte organizzazioni di liberazione nazionale sono di sinistra e patriottiche allo stesso tempo.
Penso che il lavoro che svolge "Indipendenza" è fondamentale. Mi pare siano gli unici, in Italia, a cercare di spiegare l'importanza culturale e politica del concetto di nazione. Forse, sul versante culturale, si dovrebbe approfondire di più la questione italiana. Forse è stato già fatto sulla rivista stampata. Penso se ne debba comunque parlare con più frequenza sul forum, anche solo con brevi accenni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Lun Ott 19 2009, 12:53

RISPONDO A KAMO E AD ALTRI COMPAGNI,
penso sia necessario collegarci a livello nazionale, partendo dalle varie unità presenti sul territorio. Così facendo si può tentare una linea di proiezione (proselitismo) esterna che al momento è difficile perché ognuno di noi rimane accerchiato in un mare appunto, come quello della sinistra italiana, particolarmente frastagliato e con parole d'ordine spesso fuori da ogni logica e attualità (dove per il sottoscritto attualità non sono i mass media a e la spazzatura di stampo amerikano che ci diffonde a piene mani, ma I PROBLEMI DELLA STRADA, LE ESIGENZE PRIMARIE DEL POPOLO).
In un momento di sbandamento è indispensabile avere la barra dritta, che deve essere comune a tutti (per questo serve COLLEGARSI E ORGANIZZARSI A LIVELLO CENTRALE), dopodiché possono nascere tante cose positive, collegamenti interpersonali ecc perché la sinistra radicale o comunque come la si chiami, COSI' COME è ORA è DESTINATA ALLA SPARIZIONE, ogni giorno di più, perché appunto consunta tra skizofrenie estremiste e perdita del senso della realtà, mista poi a sotterranei sotterfugi col potere per appoggiare ora l'uno ora l'altro politicante locale...i nomi li sappiamo, io almeno al nordest li so.
Nessuna polemica, ma bisogna chiudere quel libro, non solo cambiare pagina.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sankara

avatar

Numero di messaggi : 416
Data d'iscrizione : 14.04.07

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Mar Ott 20 2009, 02:56

aposkinhead ha scritto:
RISPONDO A KAMO E AD ALTRI COMPAGNI,
penso sia necessario collegarci a livello nazionale, partendo dalle varie unità presenti sul territorio. Così facendo si può tentare una linea di proiezione (proselitismo) esterna...
In un momento di sbandamento è indispensabile avere la barra dritta, che deve essere comune a tutti (per questo serve COLLEGARSI E ORGANIZZARSI A LIVELLO CENTRALE), dopodiché possono nascere tante cose positive, collegamenti interpersonali ecc...
Andiamoli a costruire questi collegamenti.
Intanto facciamo girare materiale politico prodotto nei territori dalle diverse realtà e individualità.
Noi abbiamo "Indipendenza" (la rivista cartacea) che è una miniera di info, di analisi, di messe a punto teoriche (da discutere, ampliare, comunque una buona base di partenza), di proposte, oltre che una rete di collegamenti e di contatti elettronici e reali da valorizzare... Un lavoro di anni e anni...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
.....



Numero di messaggi : 236
Data d'iscrizione : 29.05.09

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Mar Ott 20 2009, 16:33

Sankara parla chiaro, tappa obbligata e confrontarsi de visu.
E' qualcosa che si dovrà verificare sul campo, ma che a mio intendere credo possa rivelarsi fruttuoso.
Indipendenza dispone di un "apparato" teorico non indifferente che inoltre (e ciò mi sembra necessario) fa di tutto per porsi imparzialmente, fuori da ogni fazione, per la corretta analisi della realtà che ci è dinnanzi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sankara

avatar

Numero di messaggi : 416
Data d'iscrizione : 14.04.07

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Ven Ott 23 2009, 17:18

Matteo di Trieste che dice al riguardo? Che avviene dalle sue parti?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
kamo

avatar

Numero di messaggi : 271
Data d'iscrizione : 10.05.07

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Ven Nov 27 2009, 17:21

Roma, 26 nov. - (Adnkronos) - "Oggi 30 persone hanno occupato gli uffici della 'Barani Group', il service di 'sicurezza' che ha prestato il braccio all'infame azione squadrista, verificatasi due settimane fa ai danni dei lavoratori che occupavano la sede dell' Eutelia, pianificata dall'amministratore delegato della fabbrica". Lo dichiara Patria socialista-Rash Roma-Magazzini popolari Casalbertone. "La nostra azione aveva un duplice obbiettivo", spiegano.

Il primo e' "essere monito categorico a tutti quei nostalgici che, in un clima di crescente intimidazione a danno di chi lotta per la propria dignita' e il proprio posto di lavoro, rimpiangono il triste armamentario della camicia nera, del bastone e l'olio di ricino. cari signori risponderemo colpo su colpo alle vostre indegne provocazioni, pronti a scendere in strada a difesa e al fianco di tutti quei lavoratori offesi e umiliati dalla tracotanza padronale".

Il secondo obiettivo e' "riaprire il dibattitto su quanto, nello specifico, accaduto nella nottata del blitz all'eutelia. dietro all'odioso scenario dell'attacco ai lavoratori che presidiavano il proprio posto di lavoro si cela, infatti, un'oscura manovra. alcuni documenti sarebbero stati trafugati dal delegato aziendale grazie alla copertura fisica di questi utili idioti, spacciatisi per tutori delle forze dell'ordine. Vogliamo verita' e chiarezza cristallina su quanto accaduto! - concludono - Nemici dei prevaricatori, di chi trama per dividere e offendere le sacrosante lotte del movimento dei lavoratori. Al fianco di chi lotta nelle fabbriche, negli uffici, nelle scuole per la giustizia sociale".
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
iskra

avatar

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   Dom Nov 29 2009, 02:14

kamo ha scritto:
Roma, 26 nov. - (Adnkronos) - "Oggi 30 persone hanno occupato gli uffici della 'Barani Group', il service di 'sicurezza' che ha prestato il braccio all'infame azione squadrista, verificatasi due settimane fa ai danni dei lavoratori che occupavano la sede dell' Eutelia, pianificata dall'amministratore delegato della fabbrica". Lo dichiara Patria socialista-Rash Roma-Magazzini popolari Casalbertone. "La nostra azione aveva un duplice obbiettivo", spiegano.

Il primo e' "essere monito categorico a tutti quei nostalgici che, in un clima di crescente intimidazione a danno di chi lotta per la propria dignita' e il proprio posto di lavoro, rimpiangono il triste armamentario della camicia nera, del bastone e l'olio di ricino. cari signori risponderemo colpo su colpo alle vostre indegne provocazioni, pronti a scendere in strada a difesa e al fianco di tutti quei lavoratori offesi e umiliati dalla tracotanza padronale".

Il secondo obiettivo e' "riaprire il dibattitto su quanto, nello specifico, accaduto nella nottata del blitz all'eutelia. dietro all'odioso scenario dell'attacco ai lavoratori che presidiavano il proprio posto di lavoro si cela, infatti, un'oscura manovra. alcuni documenti sarebbero stati trafugati dal delegato aziendale grazie alla copertura fisica di questi utili idioti, spacciatisi per tutori delle forze dell'ordine. Vogliamo verita' e chiarezza cristallina su quanto accaduto! - concludono - Nemici dei prevaricatori, di chi trama per dividere e offendere le sacrosante lotte del movimento dei lavoratori. Al fianco di chi lotta nelle fabbriche, negli uffici, nelle scuole per la giustizia sociale".
Lotta (ardita) di classe e patriottismo. Girando in rete, interessanti quei gruppi, specie Patria socialista. "Indipendenza" forse ora è meno sola a battere su certi "linkaggi". Spero e mi auguro che vi stiate... collegando. Interessante il fatto che questo si possa produrre intanto in una realtà importante come Roma. Non sarà una passeggiata...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH   

Tornare in alto Andare in basso
 
Indyme...dia attacca i compagni skinheads della RASH
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Corriere della Sera del 6/10/2010 - COLPO ALLA LEGGE 40
» 8 maggio .... festa della mamma e non solo ...
» La settimana della passione (parlamentare)
» Armonia della Perfezione
» non so trovare un titolo a questo capitolo della mia vita

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Bacheca (iniziative e comunicati interni)-
Andare verso: