Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 multinazionali e grande fratello(censura capitalista)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Ven Set 11 2009, 16:05

"Il grande fratello controlla tutti noi!!
Letteralmente cancellata, o meglio censurata, un’intervista video inserita lunedì 3 agosto 2009 sul canale video della Confederazione Unitaria di Base, Cubvideo.it ((http://cubvideo.it/index.php?page=./video/visualizza_video&id_video=4&id_categoria=2), collegato a YouTube, senza alcuna comunicazione ai responsabili della CUB, autori del video incriminato. E così da una parte si attaccano gli "ultras" e tutte le tifoserie organizzate, con metodi represssivi e i controllo permanenti (con varie tessere per tifoso che di fatto impediscono trasferte, e consentono l'uso dello stadio solo a ceti d'alto bordo,e con DASPO,divieti preventivi di accesso allo stadio, senza sentenze giudiziarie, in perfetto stile di DITTATURA DEMOCRATICA) e dall'altra sui circuiti internet vogliono controllare cosa ci diciamo, con gli occhi di un GRANDE FRATELLO che punisce chi non è politicamente corretto, anzi chi dice delle sacrosante verità e cerca di risvegliare le coscienze intorbidite della massa, rincitrullita da gossip, tv spazzatura sul modello americano, calcio-business ecc.

A prosposito di You tube, purtroppo, siamo di fronte ad una vera e propria censura, rei gli autori del video di aver criticato una multinazionale, cardine di questa società capitalista, di sfruttatori senza bandiere, senza patria, senza confini (neppure di dignità): “Più che di censura parlerei di bassa macelleria”, sbotta Piergiorgio Tiboni, coordinatore nazionale del sindacato di base. “Il suo titolo - Le violazioni della Whirlpool: intervista a due delegati FlmUniti-CUB licenziati – devono avere messo in apprensione chi ne ha richiesto l’oscuramento”.
Il filmato riguardava l’incontro con i due delegati WHIRPOOL, licenziati dello stabilimento di Cassinetta, Varese, che raccontavano quello che l’azienda gli aveva fatto passare in seguito al loro impegno nella campagna contro l’utilizzo abnorme e illegittimo al lavoro precario da parte di Whirlpool. Aggiunge Tiboni: “Forse nel clima di censura che si è creato qualcuno crede che non sia più possibile esprimere le proprie opinioni”. E il popolo subisce, in silenzio, almeno per ora.

- Questo video è stato rimosso a causa della violazione dei termini e condizioni d’uso – è la scritta che campeggia sul canale video di YouTube in questione (http://cubvideo.it/index.php?page=./video/visualizza_video&id_video=4&id_categoria=2), ripreso anche da un altro sito con un altro link (http://www.reporterfreelance.info/2009/08/whirlpool-intervista-a-due-delegati-flmuniti-cub-licenziati/).
Probabilmente la violazione a cui fanno riferimento è quella di aver raccontato ...verità scomode!
Comunque il video censurato sarà nuovamente visibile direttamente sul sito www.cubvideo.it di Sandro Pescopagano, inviato a diverse testate. Vediamo chi pubblica
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
.....



Numero di messaggi : 236
Data d'iscrizione : 29.05.09

MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Mar Set 22 2009, 14:19

youtube è stato acquistato da google oltretutto.

La vicenda degli ultras mi ha colpito.Effetivamente parlando con le persone comuni non si può non constatare l'appoggio a tale "tessera del tifoso" ossia:

"fanno bene! Quelli che non vogliono fare la tessera hanno paura perché sono dei criminali..."

Questo discorso sposta la discussione da tutt'altra parte ( non che io voglia difendere quella che mi sembra una stupidità negli ultras, ma ci sarebbe da approfondire )

Può però darsi che effettivamente tale CENSURA non sia censura affatto poiché può esser stato un errore dei CUB porre il video sul sito di youtube , una "piattaforma" che non può ospitare magari quel TIPO di video.
Bisognerebbe appunto conoscere i termini del contratto.
Sa comunque di censura preventiva, ossia, quel che non va bene ( e lo decidiamo noi ) non va in internet.
Il risultato è il medesimo, ma le dinamiche altamente diverse.
Sarebbe da rifletterci su.

Un saluto aposkinhead, da un breve appasionato della musica ska ed oi!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Mar Set 22 2009, 21:35

un saluto anche a te ricordandoti che dalla Germania, il 10 ottobre, al Rivolta di MARGHERA arrivano il "pakko tossico". Un gruppo OI! formidabile, autentico skinhead movimento 69.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
aposkinhead

avatar

Numero di messaggi : 124
Localisation : udine
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Mar Set 22 2009, 21:38

ALTRA PERLA DI CAPITALISMO SFRUTTATORE:

Ibm: AI DIRIGENTI PREMI E COTILLON, ALLA TRUPPA SOLO MISERIE...
Talune volte non c'è bisogno alcuno di commentare certe notizie, tanto chiare, lampanti e disgustose appaiono agli occhi di un normalissimo lettore: Davide Barillari, il tecnico dell'Ibm di Segrate che era stato sospeso per tre giorni dall'azienda per aver utilizzato Facebook in orario di lavoro, è stato raggiunto ieri da una nuova lettera di contestazione disciplinare.
Questa volta il tecnico è sotto accusa per aver citato impropriamente Ibm in una "slide" proiettata durante un suo intervento ad un meeting sindacale. Lo ha reso noto Piergiorgio Tiboni, segretario generale della FlmUniti-Cub (Confederazione Unitaria di Base), di cui Barillari è delegato aziendale.
''E' un provvedimento pretestuoso - ha dichiarato Tiboni - comminato per vendicarsi del fatto che il nostro delegato aveva diffuso la notizia che una cinquantina di manager italiani di Ibm si regalavano un premio di quattro giorni in una beauty-farm, per un costo di circa 50mila euro, malgrado cassa integrazione, mobilità e licenziamenti in atto''.
L'azienda, contattata, non ha voluto commentare, ben sapendo che ci sono centinaia di lavoratori in cassa integrazione, contratti dei "precari" non rinnovati e una pesante crisi strutturale del sistema che imporrebbero quantomeno una moratoria sugli stipendi, bonus e premi dei quadri dirigenti, IBM compresa.
Lavoratori coraggio: in questi tempi cupi, in questi giorni tristi, teniamoci per mano, non diamoci per vinti!!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
.....



Numero di messaggi : 236
Data d'iscrizione : 29.05.09

MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Gio Set 24 2009, 01:47

Skinhead original !!!

grazie per le informazioni dell'uno e dell'altro tipo Smile
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
babeuf

avatar

Numero di messaggi : 30
Età : 40
Localisation : Verona
Data d'iscrizione : 23.10.09

MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   Mar Ott 27 2009, 12:36

aposkinhead ha scritto:
ALTRA PERLA DI CAPITALISMO SFRUTTATORE:

Ibm: AI DIRIGENTI PREMI E COTILLON, ALLA TRUPPA SOLO MISERIE...
Talune volte non c'è bisogno alcuno di commentare certe notizie, tanto chiare, lampanti e disgustose appaiono agli occhi di un normalissimo lettore: Davide Barillari, il tecnico dell'Ibm di Segrate che era stato sospeso per tre giorni dall'azienda per aver utilizzato Facebook in orario di lavoro, è stato raggiunto ieri da una nuova lettera di contestazione disciplinare.
Questa volta il tecnico è sotto accusa per aver citato impropriamente Ibm in una "slide" proiettata durante un suo intervento ad un meeting sindacale. Lo ha reso noto Piergiorgio Tiboni, segretario generale della FlmUniti-Cub (Confederazione Unitaria di Base), di cui Barillari è delegato aziendale.
''E' un provvedimento pretestuoso - ha dichiarato Tiboni - comminato per vendicarsi del fatto che il nostro delegato aveva diffuso la notizia che una cinquantina di manager italiani di Ibm si regalavano un premio di quattro giorni in una beauty-farm, per un costo di circa 50mila euro, malgrado cassa integrazione, mobilità e licenziamenti in atto''.
L'azienda, contattata, non ha voluto commentare, ben sapendo che ci sono centinaia di lavoratori in cassa integrazione, contratti dei "precari" non rinnovati e una pesante crisi strutturale del sistema che imporrebbero quantomeno una moratoria sugli stipendi, bonus e premi dei quadri dirigenti, IBM compresa.
Lavoratori coraggio: in questi tempi cupi, in questi giorni tristi, teniamoci per mano, non diamoci per vinti!!

E nessun giornale ne parla...Che schifo!
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: multinazionali e grande fratello(censura capitalista)   

Tornare in alto Andare in basso
 
multinazionali e grande fratello(censura capitalista)
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» La casta dei radical chic: esiste la censura culturale?
» Prossima mossa Censura della rete?
» Siti bloccati dalla censura
» Il grande capo Estiqaatsi
» La più grande invenzione/scoperta dell'uomo?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: