Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Dall'Europa: aranciate senza arance...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 21.03.07

MessaggioTitolo: Dall'Europa: aranciate senza arance...   Lun Mar 30 2009, 22:33

Dall'Europa: aranciate senza arance. L'Italia recepisce direttiva comunitaria europea. Bevande con colorante e aroma d'arancia o limone, ma senza una goccia effettiva di frutta. Ancora una volta penalizzato pesantemente il settore agricolo (120mila milioni di chili di arance in meno vendute all'industria delle bibite).

Gravi gli effetti anche sulla salute: il sapore sarà allettante soprattutto per i bambini (in Italia un milione è già obeso) e mancherà del tutto l'importantissima vitamina C. Un ulteriore duro colpo ad un'alimentazione sana. Sinora non ci si era piegati del tutto alle normative europee garantendo ai consumatori un minimo di succo d'agrume del 12% nelle bevande.

Ora il Senato ha dato il via libera all'aranciata senza arance abrogando l'art.1 della legge "salva vitamina C". Mercoledì prossimo si passa alla Camera, in Commissione Agricoltura. L'esito appare scontato.

La riconquista della sovranità passa anche per i campi e per il nostro corpo.

(Postato anche sulla pagina di "Indipendenza" su facebook...)
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://indipendenza.lightbb.com
noname

avatar

Numero di messaggi : 121
Data d'iscrizione : 02.08.08

MessaggioTitolo: Re: Dall'Europa: aranciate senza arance...   Mar Mar 31 2009, 00:39

Poi mi si dice che io sono fuori di testa......
Giusto qualche tempo fa preso da attacchi divagafantasiosi da cannabis,cannabis legale vivendo io in Olanda Twisted Evil , mi divertivo su alcune discquisizioni proprio sulla famosa aranciata....ad un tratto esclamai alla mia amica.."certo però sarebbe una dritta se dentro l'Aranciata ci fosse la vitamina C.."..la mia amica mi guardò e disse "ma guarda che dentro l'Aranciata c'è la vitamina C perche c'è del succo originale di arancia...,da lì si apri un discorso che andò a finire sul conflitto che ci sarebbe stato con tutta quella serie di prodotti che invece campavano e campano proprio sulla vitamina C.
Del resto io stesso vivendo in un Paese del Nord ho mancanza di vitamine quindi il tema era abbastanza attuale,visto che una confezione doppia di tavolette solubili e frizzanti di vitamina C da sciogliere in acqua costano 7.00 € !! (40 pastiglie che finiscono in 10 giorni per due persone)

In altre parole, il mio essere,il mio immaginare la società ed i suoi meccanismi,prevedeva che dentro l'Aranciata da supermercato ci fosse stata più vitamina C, mentre nella realtà consumistica piena di interessi e bariere omertose si decreta che l'Aranciata da supermercato non è più classificabile come bevanda atta all'assimilazione di vitamina C !!

mah..

noname
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 21.03.07

MessaggioTitolo: Re: Dall'Europa: aranciate senza arance...   Mar Apr 07 2009, 02:05

Interventi su facebook, alla pagina di "Indipendenza"...

Francesco Ferraro alle 21.20 del 30 marzo
Spero di trovare la vitamina C, almeno nelle confezioni di succo, dove c'è scritto che è presente !!!

Laura Iacopini alle 21.23 del 30 marzo
ma come si fa? non ho parole!

Roberto Randazzo alle 21.37 del 30 marzo
che vergogna!!ma la comunita' europea serve solo a peggiorarci la vita con queste assurdita'??

Salvatore Molino alle 21.40 del 30 marzo
Purtroppo queste leggi del cazzo della UE sono ridicole e noi ne paghiamo le spese (vedi quote latte, costretti a buttare il latte prodotto in eccesso). Con tutte le arance che marciscono sugli alberi in Sicilia adesso facciamo l'aranciata artificiale. PERO' NOI POSSIAMO PORRE RIMEDIO A QUESTE LEGGI RIDICOLE... SEMPLICEMENTE BOICOTTANDO ASSOLUTAMENTE QUESTI PRODOTTI. Grazie a facebook ormai nel 2009 non ci rendiamo conto, ma abbiamo un veicolo di informazione molto più importante della tv e dei giornali.... con il passaparola su faceboob possiamo fare quello ke vogliamo, purtroppo essendo pieno anke di 100.000 di minkiate, magari uno non legge nemmeno le cose serie. ce la possiamo fare però. BOICOTTIAMO L'ARANCIATA SENZA ARANCE.

Andrea Lagravinese alle 21.46 del 30 marzo
siamo fritti (CON OLIO SINTETICO). AVETE VSTO IERI A REPORT LE MENZOGNE E LE OMISSIONI DELL'OMS SUGLI EFFETTI DELLE RADIAZIONI SULLA POPOLAZIONE CHE VIVE NEI PRESSI DI UNA CENTRALE NUCLEARE?

Roberto Randazzo alle 21.49 del 30 marzo
sono d'ccordo con Salvatore Molino, boicottiamo l'aranciata senza arance!l'informazione è la nostra arma migliore finche non ci tolgono internet usiamolo anche per fare vera informazione!

Francesco Ferraro alle 22.05 del 30 marzo
A Roberto Randazzo; stavo pensando la stessa cosa: finché non ci tolgono internet.
La possibilità che chiudono facebook è direttamente proporzionale alla riuscita della condivisione della verità che noi ne facciamo.
Tanto più diventeremo efficienti nei nostri intenti quanto più repentine saranno le legiferazioni bulgare che il nostro amatissimo governo emetterà.
Rivista Indipendenza alle 22.09 del 30 marzo
Il boicottaggio è il minimo, una basilare forma di resistenza. Sarebbe anche necessario allargare il sistema dei gruppi d'acquisto e valorizzare direttamente i produttori biologici. Se non si crea un'alternativa seria su ampia scala, il boicottaggio rischia di essere una scelta elitaria, per pochi. D'accordo sulle potenzialità informative di facebook; resta la necessità di portare le lotte anche fuori del virtuale. Due note: questo provvedimento UE è un ulteriore colpo all'agricoltura italiana (che vogliono di fatto smantellare ad uso e consumo di multinazionali) e nel comparto agrumi ad essere penalizzate sono soprattutto le regioni del sud Italia.

Maria Giovanna Tamburello
facciamoci l'aranciata da soli, con le vere arance di Sicilia!

Salvatore Tigani alle 22.24 del 30 marzo
ma che legge è? sono una specie in via d'estinzione le arance? non capisco...

Maria Giovanna Tamburello alle 22.42 del 30 marzo
A me sembra chiarissimo: un colpo al cerchio (le multinazionali) ed un colpo alla botte (l'americanizzazione di massa). E chi ci rimette siamo sempre noi. I bambini italiani sono obesi? Benissimo: diamogli ancora più televisione e non reagiranno più quando saranno cresciuti.

Salvatore Tigani alle 22.43 del 30 marzo
ma, ufficialmente, qual è il motivo? continuo a non capire...

Nicola Vallerini alle 23.06 del 30 marzo
io mi faccio la spremuta...

Maurizio Furfaro alle 10.38 del 31 marzo
Coldiretti & C. fanno a gara per andare su tg salute e programmini vari e poi non fanno un cazzo se uno stupido come me e come migliaia di lavoratori della filiera perde il lavoro! Complimenti a tutti coloro che parlano di Made in Italy e poi non fanno niente per tutelarlo (altro che cinesi! ci pensiamo da soli a distruggerci). Adesso anche la Svizzera potrà essere esportatrice di Succhi d'arancia. Per le regioni che si affacciano sul mediterraneo, la lavorazione degli agrumi abbracciava oltre il 60% dell'occupazione. Risultato....ANDIAMO TUTTI A RUBARE! "O prestatemi un Cappio"

Nicola Vallerini alle 11.11 del 31 marzo
purtoppo non siamo tutelati, siamo solo delle fonti di guadagno per il libero mercato...

Tommaso Pedio alle 20.24 del 31 marzo
Lascia stare il cappio, Maurizio. Piuttosto spiega in che senso Coldiretti & Co. si disinteressano delle sorti dell'agricoltura italiana. A tuo avviso che andrebbe fatto per aiutare il comparto? Qual è il tuo giudizio sulle politiche agrarie europee?

Maurizio Furfaro alle 9.54 del 01 aprile
Purtroppo non è la prima volta che l'agricoltura italiana viene lasciata alla mercè di interessi personali di enti politicamenti forti. In tal caso, la prima spallata data da Coldiretti all'agricoltura è stata nello spingere per il disaccoppiamento totale e non parziale (come fatto dalla Spagna, nazione concorrente) beneficiando ancora per 2 anni dell'aiuto comunitario sul conferimento del prodotto destinato all'industria di trasformazione. Questo perchè, il lavoro che prima veniva fatto dalle O.P. (Organizzazioni di Produttori) adesso viene fatto dai CAA (Centri Assistenza Agricola), dove Coldiretti ne fa da padrone. Per quanto riguarda la politica agraria europea, credo che si cerchi in tutti i modi di abbattere i costi di produzione a discapito della qualità. In Italia parliamo tanto di IGP, DOCG, DOP e poi non siamo capaci di tutelare il comparto agrumicolo.

Maurizio Furfaro alle 9.56 del 01 aprile
Incominciamo a dissociarci da questo progetto di legge che fa sono male all’Italia, e se la restante UE non dovesse capire a cosa si va incontro (tanto non gli frega niente visto che siamo solo Italia, Spagna e Grecia a produrre agrumi), bloccare l’importazione di "succhi non succhi" la stessa cosa viene già fatta per i cibi di origine cinese. E’ vero che rischieremmo di diventare un mercato di nicchia, ma perlomeno non si perderebbero migliaia di posti di lavoro

Francesco Saverio Gargiulo alle 16.10 del 01 aprile
tre giorni di vergogna nazionale !
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://indipendenza.lightbb.com
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Dall'Europa: aranciate senza arance...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Dall'Europa: aranciate senza arance...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» un mondo senza religioni
» dall'uomo a dio o da dio all'uomo?
» Tanti aggiornamenti ma sono senza internet :(
» vorrei preparare io i biscotti senza uovo e glutine per la bambina..
» Produrre petrolio dall'aria

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: