Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 I tagli di Ethiad-Alitalia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 1020
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: I tagli di Ethiad-Alitalia   Dom Set 07 2014, 18:22

Alitalia taglia dal 1° ottobre i collegamenti tra Nord e Sud, nonostante si tratti di voli per lo più “ad elevato coefficiente di riempimento": queste le prime conseguenze dell’acquisizione, un mese fa, del 49% della compagnia aerea nazionale da parte di Etihad Airways, la compagnia degli Emirati Arabi Uniti.

Continua, insomma, lo smantellamento dei settori strategici del Paese e relative privatizzazioni. La Commissione Europea, negli anni, ha intensificato le pressioni sull’Italia non solo per chiedere la privatizzazione (anche) di Alitalia, ma pure per imporre il divieto di rinnovo della flotta e la riduzione della rete con destinazioni internazionali. Un’assurdità per un Paese a forte vocazione turistica come l’Italia, resa possibile dal combinato scellerato pluridecennale di dirigenze aziendali e di governi corrotti e servili.
Superfluo dire che pressoché sicuramente la soppressione dei collegamenti avrà anche pesanti ripercussioni sul fronte occupazionale, sia per i dipendenti diretti di Alitalia che per i lavoratori delle società di movimentazione.

Il sindacato USB segnala come a Torino Caselle si lancino già appelli “per appaltare le rotte a compagnie aeree come RyanAir o Volotea, entrambe caratterizzate dall'applicazione di miseri contratti stranieri ai propri dipendenti e dalla violazione di norme fiscali e contributive del nostro Paese. Tali appelli chiariscono bene quale sia l'approccio in questa situazione: l'unica preoccupazione è quella del servizio mentre nessuno si chiede chi lo fa, a quali condizioni e con quali impatti per il lavoro e l'intera società”.

Anche sul caso Alitalia possiamo adattare per il nostro Paese, parafrasandole, le parole dell’irlandese James Connolly pronunciate circa un secolo fa: la causa dei lavoratori è la causa dell'Irlanda, la causa dell'Irlanda è la causa dei lavoratori.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
I tagli di Ethiad-Alitalia
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Padre Amorth: Satana dietro crisi economica, di Alitalia e conflitto a Gaza
» ragazze scusatemi mi serve un consiglio sul bagaglio da portare
» Israele è uno stato ebraico

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: