Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?   Sab Lug 19 2014, 04:13

Abbattimento Boeing 777 malese.
A chi giova?
A lamiere ancora fumanti, ancor prima di sapere se si fosse in presenza di una disgrazia o di un abbattimento, sulla base del nulla informativo, senza riscontri, senza nemmeno porsi interrogativi, per la grancassa massmediatica euroatlantica tutto era già chiaro, acclarato, indiscutibile: la responsabilità della morte di quelle 298 persone in volo su un Boeing 777 della Malaysia Airlines, partito da Amsterdam alla volta di Kuala Lumpur e schiantatosi a 60 km dal confine con la Russia, nella regione di Shiaktiorsk, 40 chilometri a est di Donetsk, zona di combattimenti, è da attribuire alle milizie filo-russe. E di riflesso anche al governo russo, reo di averle dotate di armi sofisticate in grado di colpire un aereo come quel Boeing, che volava a 10mila metri d’altezza, ad una velocità di 900 km/h.
Lo stesso presidente USA, il premio nobel per la Pace Barack Obama, dirà poche ore dopo, in conferenza stampa alla Casa Bianca, che "molto probabilmente" sono state loro.

Ora, perché viene presa in considerazione solo la tesi dell’abbattimento tramite missile terra-aria, e non anche quella tramite missile aria-aria? Qui la risposta è semplice: un caccia in azione ricondurrebbe direttamente al governo di Kiev o a qualche aereo “alleato”, non avendo notoriamente le milizie filorusse disponibilità aerea (nota 1).
Per abbattere da terra quell’aereo, a quella altezza e a quella velocità di crociera, serve però un sistema missilistico altamente sofisticato e costoso, fornito di radar, il che è una strumentazione in dotazione all’esercito ucraino, che ha battaglioni presenti proprio in quella zona di guerra, ma non in dotazione alle milizie. La disponibilità antiaerea di queste ultime raggiunge al più i 5mila metri di altezza, non i 10mila. Ed infatti elicotteri ed aerei militari ucraini che mitragliano e bombardano villaggi e città vengono abbattuti quando volano sotto e non sopra quell’altezza. Un riscontro, di riflesso, lo abbiamo dallo stesso servizio aeronautico civile ucraino che aveva sì chiuso lo scorso 8 luglio lo spazio aereo ad est del Paese, per i combattimenti in corso, ma aveva autorizzato il transito dei velivoli solo sopra i 7900 metri. Come a dire che si era consapevoli del limitato armamentario delle milizie filo-russe e che si riteneva sicura quella parte superiore di cielo.
Di qui le accuse a Mosca: o ha armato per quell’obiettivo i ribelli o addirittura ha abbattuto direttamente quell’aereo civile.
La Bbc ricorda che si potrebbe fare chiarezza sull’accaduto, acquisendo immagini satellitari in grado di identificare le tracce ultraviolette lasciate da un missile.

Questo ci porta al “cui prodest”, a chi giova, ai vantaggi delle ricadute politiche e militari di un’azione del genere. Non zero, ma sotto zero, per le milizie filorusse e per Mosca.
Far ricadere su queste, ma in ultima istanza su Mosca, la responsabilità dell’abbattimento può invece servire alla controparte, a Kiev e agli atlantici, per orientare l’indignazione generale, esasperare la contrapposizione, costruire una “escalation” al conflitto. In tal caso, si tratterrebbe di una ‘forzatura’ autonoma di Kiev o di un’operazione combinata con l’alleato/padrone USA?

Indipendenza
18 luglio 2014

------------

(1) Quanto segue è da verificare e ben sviscerare. Lo si assuma, quindi, con beneficio di inventario.
L’agenzia Interfax diffonde la notizia che l'aereo presidenziale russo, con Putin a bordo, avrebbe incrociato –di ritorno dal vertice dei Brics in Brasile, giusto poco prima della tragedia– la rotta del volo MH17: "Stessi colori e stessa dimensione, facile confonderli a quella distanza". I due aerei a distanza possono sembrare uguali, confondersi. A questa curiosa notizia se ne affianca un’altra, diffusa dalle autorità di Kiev, secondo la quale negli stessi minuti oltre al Boeing cadeva giù, colpito, un caccia ucraino. Stante le altezze, abbattuto da chi?
Due curiose notizie che per la loro concomitanza ricorderebbero tanto fatti nostrani, Ustica, in quel 27 giugno 1980, che vide una battaglia nei cieli d’Italia, su cui USA, NATO e –subordinate/subalterne– autorità come quelle italiane ancora largamente tacciono, e che determinò l’abbattimento del DC-9 della compagnia aerea italiana Itavia e di un Mig-23 libico.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?   Mar Lug 22 2014, 04:41

Un Obama contratto e rabbioso, in conferenza stampa alla Casa Bianca, accusa Mosca di avere influenza sulle milizie filo-russe, di averle addestrate e armate. Nessun giornalista presente gli farà notare che prima gli USA hanno rovesciato un governo legittimo e quindi sostenuto a più livelli i golpisti di Kiev, una compagnia di giro di ‘liberal’, neonazisti e sionisti. La reazione nelle regioni dell’est ucraino è, appunto, successiva.
Per l’abbattimento del Boeing 777 malese e la morte di 298 persone Obama, però, non punta l’indice contro le milizie filo-russe delle regioni dell’est ucraino e nemmeno contro Mosca. Non è esplicito in tal senso, contrariamente alle dichiarazioni di altre alte personalità statunitensi e dei golpisti di Kiev, da subito assertori del possesso di prove inoppugnabili sulle responsabilità del Cremlino. Prove che si continuano a non mostrare.

Da Mosca, il capo della direzione centrale operativa dello Stato maggiore russo, Andrei Kartapolov, incontrando i giornalisti, ha invitato l’amministrazione USA a mostrare le immagini che sostiene di avere dallo spazio, anch’esse avvolte sinora dal mistero.
Si fa notare, infatti, che un satellite americano si trovava sulla verticale dell’aereo al momento della tragedia. Un sistema spaziale sperimentale, affermano gli alti vertici militari russi, “progettato per rilevare e monitorare il lancio di missili su varie distanze. Se gli americani hanno immagini da questo satellite, chiediamo loro di fornirle alla comunità internazionale per uno studio dettagliato".

Sulle emittenti russe invece, da alcune ore, vengono fatte vedere quelle da satellite russo. Si vede che l’aereo malese devia verso sinistra, dalla rotta, di 14 km. Nelle vicinanze, in coda, ad una distanza tra i 3 ed i 5 km, un caccia ucraino, un aereo da attacco Su-25 che vola in direzione del boeing malese che sta prendendo quota. Una vicinanza estrema che porta i due puntini sui radar pressoché attaccati. L’aereo tenta di riprendere la rotta originaria ma non riesce a svolgere appieno la manovra. I radar dei controllori russi registrano prima una diminuzione della velocità, poi la sua sparizione. E nessun lancio, da terra, di alcun missile. Il ministero della Difesa russo aggiunge che, al momento del disastro, era rilevata la presenza di una batteria di missili Buk nella disponibilità dell’esercito ucraino presente nella zona di Donetsk, subito ritirata dopo l’abbattimento dell’aereo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?   Mar Set 09 2014, 17:40

Volo Mh17 colpito da proiettili. È questo il dato essenziale che emerge dal rapporto preliminare del Dutch Safety Board (Ovv), l'ufficio per la sicurezza nazionale olandese, che si è impegnato a pubblicare il rapporto definitivo entro un anno dallo schianto del Boeing 777 della Malaysia airlines avvenuto, a luglio scorso, nell’est dell’Ucraina.

Dalla lettura dei passaggi significativi del rapporto, si ricava l’esclusione del lancio di un missile come causa dell’abbattimento, mentre si evocano proiettili [“grande numero di oggetti ad alta energia che lo (aereo malese, ndr) hanno penetrato dall'esterno"].

Considerando la quota di crociera dell’aereo passeggeri ad oltre 10mila metri, è peregrino ricordare che i radar russi avevano segnalato la presenza di un caccia ucraino, a ridosso dell’aereo malese, proprio nei momenti immediatamente precedenti la scomparsa di questo dai radar? È azzardato ipotizzare che quei buchi tondi tondi da proiettile rilevati dagli esperti balistici olandesi possano essere quelli della mitragliatrice del Sukhoi ucraino visto dai radar russi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?   

Tornare in alto Andare in basso
 
Abbattimento Boeing 777 malese. A chi giova?
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il super Boeing 747 di Hoyle

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica internazionale-
Andare verso: