Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Il Venezuela bolivariano ed i giovani

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 435
Data d'iscrizione : 21.03.07

MessaggioTitolo: Il Venezuela bolivariano ed i giovani   Sab Mar 01 2014, 03:26

Non si contano gli episodi di violenza aventi come obiettivo il rovesciamento del Governo Rivoluzionario della Repubblica Bolivariana del Venezuela. Attraverso gruppi neo-fascisti e gruppi oligarchici si punta all'indebolimento dell'integrità e della stabilità del paese, cercando di riprodurre lo scenario dell’11 aprile 2002 e arrivare ad un colpo di Stato. In tale contesto, la regìa imperialista degli Stati Uniti è sin troppo evidente e sfacciata.

Ad oggi, secondo il procuratore generale del paese, Luisa Ortega Diaz, sono almeno 17 i morti e 261 i feriti nelle manifestazioni di piazza dall’inizio delle proteste, il 4 febbraio scorso, contro il governo del presidente Nicolas Maduro. Proteste che la grancassa massmediatica atlantica sta presentando come una rivolta giovanile.

Rilanciamo parte del comunicato della “Representación Permanente de la República Bolivariana de Venezuela ante la FAO y demás Organizaciones de Naciones Unidas con sede en Roma”, che, con data 27 febbraio 2014, è giunto alla redazione di “Indipendenza”.
-----------

Oggi le politiche pubbliche sono state progettate per lo sviluppo integrale dei giovani tra i 15 ei 30 anni, integrando questo settore della popolazione nella pianificazione e implementazione di strategie, piani e programmi, con e verso le varie agenzie statali al fine di garantire il pieno godimento e l'esercizio dei diritti fondamentali della popolazione giovanile, stabiliti nella Costituzione della Repubblica Bolivariana del Venezuela, nella legge del Potere Popolare della Gioventù e altri strumenti giuridici della Repubblica relativi alla popolazione giovanile, a differenza di altri paesi in cui i giovani non sono presi in considerazione nelle decisioni e vengono invece abbandonati ed esecrati.

Dati quantitativi:

La Educazione in Venezuela è gratuita, uguale e di qualità. Il 79% dei giovani tra i 15 e i 24 anni (oltre 4 milioni di giovani) stanno studiando e, di questi, il 67% lo fa in istituzioni pubbliche.

In Venezuela, abbiamo un tasso di scolarizzazione dell’85% nell’istruzione di base, il che ci posiziona al quinto posto tra i paesi con il più alto tasso di iscrizione.

L’ iscrizione universitaria in Venezuela ha raggiunto 2 milioni 600 mila studenti, che rappresenta una crescita del 216% rispetto ai periodi precedenti. Con questo, il Venezuela si colloca al 2° posto con maggiore iscrizione degli studenti universitari in America Latina secondo l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO).

Il 77% dei giovani venezuelani completa i propri studi e punta a rimanere nel paese.

In Venezuela, il 67% dei giovani di età compresa tra i 15 e i 30 anni occupa una parte del proprio tempo libero negli spazi pubblici, mentre il 10% utilizza i centri commerciali.

Uno studio dell’Istituto Nazionale della Gioventù ha accertato che il 62% dei giovani venezuelani tra i 15 e 30 anni accede ad Internet nelle proprie case.

In Venezuela il 99% dei giovani ha accesso all'elettricità.

Il 97% dei giovani venezuelani ha ora accesso alla telefonia mobile.

In Venezuela, il 90% dei giovani tra i 15 ei 30 anni ha l'acqua potabile nelle proprie case.

In materia di Educazione Sessuale, in Venezuela sono state condotte giornate di formazione e sensibilizzazione. Oggi il 65% dei giovani sessualmente attivi usa la contraccezione per prevenire malattie e/o gravidanza. Il preservativo rimane il metodo più comune utilizzato dal 60% dei giovani.

Il 73% dei giovani in Venezuela ritiene che la democrazia partecipativa sia il miglior sistema di governo, mentre il 60% si riferisce al socialismo come il miglior sistema economico.

Della popolazione di giovani venezuelani di età compresa tra i 16 e i 30 anni, il 30% sta studiando, mentre un altro 30% si trova lavorando. Di questa percentuale di giovani che lavorano, più dell’85% lo fa nel settore dei servizi pubblici, tra cui chiaramente le istituzioni governative.

Come parte del piano di pacificazione in Venezuela sono state promosse, attraverso il Ministero del Potere Popolare per la Gioventù, Scuole di Arti Urbane, con l'obiettivo di offrire ai giovani una formazione specializzata in canto, ballo, pittura e musica. In questo senso si realizzeranno 150 scuole Popolari di Arti Urbane in tutto il paese.

Dati qualitativi:

Il Governo venezuelano ha creato il Ministero del Potere Popolare per la Gioventù e l'Istituto Nazionale dei Giovani, al fine di dare ai giovani una partecipazione attiva e integrarli nei processi di trasformazione di un paese socialista per costruire il Potere Popolare della Gioventù.

Il Governo venezuelano ha creato la Missione della Gioventù Patriottica per promuovere lo sviluppo integrale, la mobilitazione permanente e l'inclusione sociale dei giovani venezuelani; promuovere il loro potenziale creativo, educativo, culturale, scientifico e produttivo attraverso l'inclusione del settore giovanile in tutti questi ambiti e quindi ridurre i fattori di rischio che influenzano il pieno sviluppo delle capacità e delle potenzialità dei giovani.

In Venezuela è stato condotto un Registro Nazionale della Gioventù, al fine di attrarre e sostenere tutte le idee e progetti che possano avere i giovani venezuelani, seguendo le linee guida della Missione Gioventù Patriottica.

Il Governo venezuelano ha costruito la rete Infocentri a livello nazionale, per l'accesso di tutti i giovani alle nuove tecnologie.

A differenza degli anni precedenti in Venezuela, la consapevolezza politica è oggi la principale attrazione dei giovani, nella loro comprensione della coscienza di classe e nella lotta per una società più giusta.

Inoltre ha implementato programmi come la carta di debito “Somos”, concessa dalla Banca del Venezuela alla popolazione giovanile al fine di promuovere una cultura di risparmio. La carta di credito “Somos” cerca di agevolare le condizioni di studio e lo sviluppo personale dei giovani, piani turistici nazionali, salvataggio e creazione di nuovi spazi pubblici per i giovani e la promozione di festival teatrali e musicali a livello nazionale, tra le altre misure.

La Rivoluzione Bolivariana ha dimostrato un grande impegno nel settore universitario. Rafforzati i programmi Fundayacucho, Fondazione Missione Sucre, Intesa Cuba Venezuela e Istituti di Istruzione Universitaria, per dare maggiore accesso alle ultime fasi della formazione e fornire borse di studio ad un certo numero di giovani esponenzialmente maggiore rispetto alla Quarta Repubblica.

Fonti:
Istituto Nazionale di Statistica (INE, per il suo acronimo in spagnolo): http://www.ine.gov.ve/
Ministero del Potere Popolare per la Gioventù: http://www.inj.gov.ve/
Istituto Nazionale della Gioventù: http://www.inj.gov.ve
Studio Nazionale della Gioventù dell’ (INJ, per il suo acronimo in spagnolo): http://www.inj.gov.ve/index.php/programas/encuesta-nacionalde-la-juventud
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://indipendenza.lightbb.com
 
Il Venezuela bolivariano ed i giovani
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» i veri cattolici tra i giovani esistono?
» thailandia: giovani transessuali in monastero per tentare "rieducazione"
» Le 10 Strategie di Manipolazione Mediatica
» Il corpo maschile
» Oggi sono in vena: pesi grandi per menti giovani

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica internazionale-
Andare verso: