Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD   Mer Gen 22 2014, 03:04

Gianni Cuperlo si è dimesso da presidente del PD «colpito e allarmato da una concezione del partito e del confronto al suo interno che non può piegare verso l’omologazione, di linguaggio e pensiero». Questo dopo l’esito del voto, nella direzione del partito, della proposta di Renzi di legge elettorale concordata con Forza Italia.

Mah! Cuperlo ricorda tanto Alice nel Paese delle Meraviglie: Renzi è il prodotto dell’involuzione metamorfica del PCI-PDS-DS-PD, un iperliberismo euroatlantico coperto negli ultimi vent’anni dal surrogato ideologico di un antiberlusconismo opportunistico e vuoto. Col non singolare esito di aver portato alla guida del PD una sorta di clone (per tanti versi...) di Berlusconi.

Il suo «mi dimetto perché voglio bene al PD e voglio impegnarmi a rafforzare al suo interno idee e valori di quella sinistra ripensata senza la quale questo partito semplicemente cesserebbe di essere» fuoriesce dal mondo di Alice ed induce a chiedersi se ci fa o ci è...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD   Gio Gen 23 2014, 20:52

Dal “Porcellum” al “super Porcellum”, ossia da un sistema maggioritario ad un sistema super maggioritario. È questo il senso, allo stato, della riforma elettorale proposta dal PD e accolta da Forza Italia e Nuovo Centro Destra. S’intende blindare il sistema filtrando la rappresentanza e, in nome della governabilità, cercare di predeterminare il più possibile l’esito del voto con il duplice artificio dell’innalzamento della soglia di sbarramento e dell’estensione del premio di maggioranza.

Stante il precedente delle scorse elezioni di febbraio (successo del M5S), si teme, e per questo lo si vuole rendere impossibile se non il più difficilmente possibile, un cambiamento per via elettorale da parte di una qualche forza anti-sistemica anche più conseguente, che -ad esempio- miri a rigettare la sudditanza euroatlantica che soffre questo Paese.

La soglia di sbarramento, ulteriormente alzata, penalizza ancora di più quella forza o quella coalizione di forze che non voglia accodarsi ai due partiti atlantici egemoni cosiddetti di centrodestra e di centrosinistra, mai sostanzialmente alternativi sulle questioni politiche di fondo. La soglia del 35% dei voti al primo turno per il conseguimento del premio di maggioranza prepara il terreno per un suo ottenimento anche ad una forza che, al di sotto di tale soglia (anche di diversi punti percentuali), vada al ballottaggio e vinca, potendo alla fine contare su un sovradimensionamento impressionante di seggi.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 999
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD   Gio Gen 23 2014, 20:52

Pro memoria e per capire l'ulteriore obiettivo di tappa involutivo dell'organismo metamorfico PCI-PDS-DS-PD... Niente che non fosse già in atto (anche) con il PD. Solo che lo si dice sempre più sfacciatamente...

Matteo Renzi (PD): “Qui contano i contenuti (...). Spiegheremo che senza chiarire i problemi legati all’Europa, e senza impegnarci per dare vita agli Stati Uniti d’Europa e dare la possibilità alla Bce di stampare moneta, i problemi del nostro paese, e non solo quelli economici, non verranno mai risolti (...). Dimostreremo che non è vero che l’Italia e l’Europa sono state distrutte dal liberismo ma che al contrario il liberismo è un concetto di sinistra, e che le idee degli Zingales, degli Ichino e dei Blair non possono essere dei tratti marginali dell’identità del nostro partito, ma ne devono essere il cuore”.
[intervista a “il Foglio”, 8 giugno 2012 - http://www.ilfoglio.it/soloqui/13721]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD   

Tornare in alto Andare in basso
 
Sulle dimissioni di Cuperlo dalla presidenza PD
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» HO DATO LE DIMISSIONI....
» Radiato dalla Magistratura il giudice Luigi Tosti.
» passaggio dalla culla al lettino
» Speranza,sto' sulle spine.......
» Rita Dalla Chiesa, Mediaset e la mafia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: