Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Telecom, Alitalia...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 1020
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Telecom, Alitalia...   Gio Set 26 2013, 09:41

Telecom ed Alitalia. C'è chi versa lacrime da coccodrillo e chi si compiace della globalizzazione nello specifico, 'made in Europa'. Questo è il risultato delle liberalizzazioni e delle privatizzazioni (per esser più precisi: di privatizzazioni-svendite), mangiatoie per affaristi e politici conniventi di globalisti italofoni asserviti ad interessi non nazionali.
Quando Letta ha precisato che, trattandosi di transazioni private, il governo italiano nulla può fare (e fin qui è descrittivo), ma che "vigilerà", c'è da chiedersi se c'è o se ci fa.
Il risultato, per questa Italia in svendita avviata a grandi passi al rango di Repubblica senza banane, comunque non cambia.

Alla Fiera del Levante di metà settembre scorso, che ha visto la partecipazione massiccia come avvoltoi di uomini di Fondi e banche d'affari estere, la svendita del Paese (inclusiva in primis dei comparti strategici) ha visto una cornice ufficiale. In quella sede, proprio il presidente della Cassa Depositi e Prestiti, Franco Bassanini, cioè il responsabile della società per azioni a controllo pubblico che gestisce una parte importante del risparmio degli italiani, ha sottolineato esplicitamente l'appetibilità dell'Italia per i fondi sovrani, invitandoli alla campagna acquisti. Molto dipenderà "dalla nostra capacità di creare condizioni per attrarre investimenti", aveva sinistramente precisato. Il presidente della Fiera, Ugo Patroni Griffi, pur rilevando "preoccupazioni di carattere politico che nascono dalla natura pubblica del soggetto che investe", ha però aggiunto che "questo non è il momento delle diffidenze ma di investire".
A pochi giorni di distanza, ecco i casi Telecom ed Alitalia. I primi 'colpi'.

Una chiosa, tra le tante possibili. Telefonica, la multinazionale con casa madre in Spagna, è una delle compagnie di comunicazione più indebitate al mondo. Ha relazioni finanziarie con istituti di credito spagnoli che stanno per mangiarsela. Sono gli stessi istituti di credito che, sotto il governo Monti, nel giugno 2012, per volontà 'europea', sono stati oggetto di intervento del Meccanismo europeo di stabilità (MES) o hanno beneficiato del Piano di rifinanziamento a lungo termine della BCE. Nell'operazione di salvataggio a giugno, l'Italia, che tra l'altro partecipa con 125 miliardi di euro al fondo MES, è direttamente intervenuta con soldi del risparmio nazionale. Insomma, si può dire che l'acquisizione di Telefonica da parte delle banche spagnole sta avvenendo con i soldi degli italiani. Oltre al danno, la beffa.

Le catene della dipendenza si potranno spezzare solo con una grande lotta di liberazione nazionale. Non c'è alternativa allo sfascio programmato e progressivo di questo Paese. Ci si potrà risollevare solo con un governo politico non asservito, effettivamente d'interesse collettivo. Sovranità, indipendenza, liberazione: questa è la strada. 'Altro' è aria fritta.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Telecom, Alitalia...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Padre Amorth: Satana dietro crisi economica, di Alitalia e conflitto a Gaza
» DnsChanger - in guardia 9 luglio
» ragazze scusatemi mi serve un consiglio sul bagaglio da portare

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: