Rivistaindipendenza.org

Il forum della rivista
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Lista UtentiLista Utenti  GruppiGruppi  Accedi  

Condividere | 
 

 Il bello, il brutto, il cattivo...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Gaspare Serra



Numero di messaggi : 40
Età : 33
Data d'iscrizione : 26.10.09

MessaggioTitolo: Il bello, il brutto, il cattivo...   Lun Gen 07 2013, 18:10

IL BELLO (l’Italia), IL BRUTTO (Monti), IL CATTIVO (la politica)

Dove si sta dirigendo la nave Italia?
Perché la seconda Repubblica è naufragata?
Cosa verrà fuori dal “caos” politico italiano pre-elettorale?
(L’annunciato successo elettorale del Pd si rivelerà una “vittoria di Pirro”? Il Pdl avrà mai il coraggio di compiere il “regicidio”? La Lega riuscirà a far dimenticare le disavventure del “cerchio magico”? La “Rivoluzione Civile” di Ingroia si rivelerà solo l’ennesimo cartello elettorale? Beppe Grillo si ritaglierà il ruolo di “padre nobile” del suo Movimento o di “padre padrone” dell’ennesimo partito personale?)
Cosa riserverà il futuro a Mario Monti? E come verrà ricordata la “parentesi tecnica” del suo governo?
L’Italia riuscirà mai a divenire un paese “normale”? E gli italiani sono davvero un popolo migliore della classe politica che li governa?

Queste alcune delle domande cui si tenta di dar risposta nell’articolo “IL BELLO (l’Italia), IL BRUTTO (Monti), IL CATTIVO (la politica)”, che potete leggere (e commentare) sul blog “Panta Rei”: http://gaspareserra.blogspot.it/2013/01/il-bello-litalia-il-brutto-monti-il.html


Un saluto,
Gaspare Serra


P.S.:
Qualora interessati, autorizzo preventivamente la pubblicazione, divulgazione o distribuzione dell’elaborato (purché non se ne alteri il contenuto e venga citato l’Autore). Chi volesse, può chiedermene copia (in formato word o pdf) al contatto: blog.panta.rei@email.it
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://gaspareserra.blogspot.com
sovranista

avatar

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 23.10.12

MessaggioTitolo: Re: Il bello, il brutto, il cattivo...   Mar Gen 08 2013, 13:45

Ho letto con interesse l'articolo, ma secondo me in questo passo

Citazione :

Senza alcuna presunzione di definire cosa sia -o debba essere- la Sinistra (forse nessuno è ancora riuscito meglio in quest’intento di Giorgio Gaber!), è francamente difficile immaginare alcuna Sinistra degna di questo nome che non si proclami:
◆ “laica” (capace di dire senza tentennamenti: “si” ai matrimoni gay, al riconoscimento delle coppie di fatto, al divorzio breve, alla libertà di ricerca scientifica sugli embrioni, alla pillola del giorno dopo, dei cinque giorni dopo ed alla ru486; “no” all’insegnamento religioso nelle scuole pubbliche ed ai privilegi fiscali concessi alla Chiesa);
◆ “libertaria” (riconoscente nella libertà un valore irrinunciabile, che può trovare limite non nella morale comune ma solo nella pari libertà altrui. Per esser chiari: “si” alla libertà di autodeterminazione della persona e di scelta sul fine vita, alla legalizzazione della prostituzione e delle droghe leggere; “no” ad ogni tentativo legislativo di mettere un bavaglio alla libertà d’espressione);
◆ “legalitaria” (individuante nella “questione morale” e nella lotta alla corruzione ed alla criminalità una precondizione essenziale per ridare credibilità alla politica e consentire un sano sviluppo economico al Paese);
◆ “progressista” (indicante come prioritaria la lotta agli squilibri, alle disuguaglianze ed alle sperequazioni sociali: “si” ad un fisco più equo, progressivo e solidale, a vere liberalizzazioni ed all’abolizione della gran parte degli ordini professionali; “no” ad un precariato senza garanzie per i lavoratori);
◆ “pacifista” (orgogliosa di una Costituzione dichiarante “l’Italia ripudia la guerra”, il che vuol anche dire: ammettere che Gerorge W. Bush ha operato, di fatto, come un criminale di guerra in Afghanistan ed Iraq, denunciare l’ipocrisia delle “missioni di pace”, chiedere un drastico taglio alle spese militari, riconoscere il diritto di autodeterminazione del popolo palestinese e tibetano).
ravviso una mancanza, come può una "sinistra" che tale vuol essere non dichararsi anche"socialista?

Mi sembra un'assenza non da poco...
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
iskra

avatar

Numero di messaggi : 224
Data d'iscrizione : 22.08.09

MessaggioTitolo: Re: Il bello, il brutto, il cattivo...   Mer Gen 09 2013, 18:58

sovranista ha scritto:
Ho letto con interesse l'articolo, ma secondo me in questo passo

Citazione :

Senza alcuna presunzione di definire cosa sia -o debba essere- la Sinistra (forse nessuno è ancora riuscito meglio in quest’intento di Giorgio Gaber!), è francamente difficile immaginare alcuna Sinistra degna di questo nome che non si proclami:
◆ “laica” (capace di dire senza tentennamenti: “si” ai matrimoni gay, al riconoscimento delle coppie di fatto, al divorzio breve, alla libertà di ricerca scientifica sugli embrioni, alla pillola del giorno dopo, dei cinque giorni dopo ed alla ru486; “no” all’insegnamento religioso nelle scuole pubbliche ed ai privilegi fiscali concessi alla Chiesa);
◆ “libertaria” (riconoscente nella libertà un valore irrinunciabile, che può trovare limite non nella morale comune ma solo nella pari libertà altrui. Per esser chiari: “si” alla libertà di autodeterminazione della persona e di scelta sul fine vita, alla legalizzazione della prostituzione e delle droghe leggere; “no” ad ogni tentativo legislativo di mettere un bavaglio alla libertà d’espressione);
◆ “legalitaria” (individuante nella “questione morale” e nella lotta alla corruzione ed alla criminalità una precondizione essenziale per ridare credibilità alla politica e consentire un sano sviluppo economico al Paese);
◆ “progressista” (indicante come prioritaria la lotta agli squilibri, alle disuguaglianze ed alle sperequazioni sociali: “si” ad un fisco più equo, progressivo e solidale, a vere liberalizzazioni ed all’abolizione della gran parte degli ordini professionali; “no” ad un precariato senza garanzie per i lavoratori);
◆ “pacifista” (orgogliosa di una Costituzione dichiarante “l’Italia ripudia la guerra”, il che vuol anche dire: ammettere che Gerorge W. Bush ha operato, di fatto, come un criminale di guerra in Afghanistan ed Iraq, denunciare l’ipocrisia delle “missioni di pace”, chiedere un drastico taglio alle spese militari, riconoscere il diritto di autodeterminazione del popolo palestinese e tibetano).

ravviso una mancanza, come può una "sinistra" che tale vuol essere non dichararsi anche"socialista?

Mi sembra un'assenza non da poco...
A parte il definirsi "socialista", leggo punti discutibili.
Sul punto del "legalitarismo". La madre di tutte le questioni morali è la condizione di prostituzione in cui è stata condotta l'Italia dalle classi dirigenti politiche e dalle alte sfere istituzionali. La madre di tutte le questioni morali è la privazione della sovranità e l'immoralità di un paese commissariato, prostrato, direzionato da centri di potere esterni al nostro paese. Il resto discende da qui.
Sul punto del "progressismo". Ci si vuole interrogare su cosa sono in concreto le liberalizzazioni, cosa hanno prodotto, ad interesse di chi vanno, ecc.? Anche sulla "abolizione della gran parte degli ordini professionali" dobbiamo discutere, distinguendo privilegi (compresi i costi per il cittadino, da ridimensionare fortemente) che si sono accumulati nel tempo e scenario sociale cui si vuole arrivare. Siamo così sicuri che professioni 'liberalizzate', deregolamentate, siano nell'interesse del cittadino?
Intanto questo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
alekos18

avatar

Numero di messaggi : 1020
Data d'iscrizione : 04.04.07

MessaggioTitolo: Re: Il bello, il brutto, il cattivo...   Ven Gen 11 2013, 03:44

Condivido le tue osservazioni, Iskra.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
sovranista

avatar

Numero di messaggi : 47
Data d'iscrizione : 23.10.12

MessaggioTitolo: Re: Il bello, il brutto, il cattivo...   Ven Gen 11 2013, 12:24

alekos18 ha scritto:
Condivido le tue osservazioni, Iskra.
Anche io.

In effetti pare il programma del PD... A parte il fatto della legalizzazione delle droghe leggere e della prostituzione, che l'anima catto-PCI del PD non ammetterebbe mai, e il pacifismo, visto l'entusiasmo con cui D'Alema approvò l'aggressione alla Serbia. Senza scordare Il continuo voto a favore della prosecuzione delle guerre imperialiste in Iraq e Afghanistan.

Giuste osservazioni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Il bello, il brutto, il cattivo...   

Tornare in alto Andare in basso
 
Il bello, il brutto, il cattivo...
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» mio zio mi ha fatto il regalo più bello del mondo
» il pisellino più bello del mondo............
» Il giorno piu bello della nostra vita!!!
» QUALE NOME E' PIU' BELLO
» stanotte ho fato un brutto sogno

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Rivistaindipendenza.org :: Politica italiana-
Andare verso: